Apre Citylife: attesi 7 milioni di visitatori. Lavoro per mille persone

Le novità del Milano CityLife Shopping District sono tantissime e vanno ben oltre il concetto "consueto" di centro commerciale: mentre il Centro di Arese ha attirato a sé lo shopping sul larga scala e a basso prezzo, l'intenzione di City Life è di offrire un elemento più "smart" (con costi quindi anche più elevati) ma nel rispetto e concetto della Milano che corre e della Milano che piace. Incastonato tra i quartieri più storici e vivaci del capoluogo lombardo, nell'area dell'ex Fiera Campionaria, CityLife Shopping District si prepara a diventare il nuovo cuore pulsante della città. Qui apre il primo flagship store europeo di Huawei - vicino a un R-store Apple Premium Reseller - e i negozi per la casa HABITAT e Democracy Design.

Nel settore moda e accessori, Tommy Hilfiger, Timberland, Adidas, Beatrice B, Chantelle Lingerie, Ck, Dixie, Foot Locker, Guess, Levi's, Marella, MAX&Co, Midinette, Napapijri, Omai, Pandora, Paolo Tonali, Piquadro e tanto altro ancora.

Per quanto riguarda il segmento food, il CItyLife Shopping District ospita il debutto di due nuovi ed esclusivi format della catena Roadhouse: il primo Fresh Mex Calavera e la steak house Roadhouse Meatery.

RED FELTRINELLI

Prima di arrivare a regime e di raggiungere l'obiettivo dei sette milioni di clienti, Citylife Shopping District potrà contare su un bacino di utenza di 700mila persone, di cui fanno parte i dipendenti delle torri di Allianz (già operative) e Generali (apriranno a luglio 2018) e i residenti delle abitazioni di lusso disegnate da Zaha Hadid, l'archistar da poco scomparsa che ha anche disegnato lo shopping center, dandogli le sembianze di un bosco, rivestito di bamboo dal pavimento al soffitto, con colonne che sembrano alberi. CityLife Shopping District è articolato in tre aree unite tra loro pedonalmente, per uno shopping lifestyle unico con 80 negozi, 20 bar e ristoranti, un supermercato gourmet, uno spazio Fitness&Wellness e un cinema da 1.200 posti con 7 sale. Il layout del progetto si sviluppa attraverso tre componenti architettoniche distinte: la galleria commerciale su tre livelli progettata da Zaha Hadid Architects; la Piazza Tre Torri progettata da One Works; ed infine una shopping street pedonale open-air progettata dall'Arch. Anche la musica sarà protagonista, con numerosi artisti coinvolti in performance gratuite a partire dall'inaugurazione al pubblico, il 30 novembre, fino al 3 dicembre. Mauro Galantino, naturale e simbolica porta di accesso allo Shopping District dalla zona residenziale e dal resto della città.

Secondo le stime, è pronto a un bacino di visitatori annui che si attesta sui 7 milioni. A questi si aggiunge il parco, il secondo più grande di Milano con una superficie di circa 170 mila mq.


Popolare

COLLEGARE