Apple nella bufera: aggiornamenti dannosi sui vecchi iPhone. Pronte tre class action

Tutti contro Apple. All'indomani dell'ammissione da parte dell'azienda di Cupertino di aver rallentato intenzionalmente gli iPhone con l'aggiornamento iOS 11 e release successive nel caso di modelli con problemi di batteria, stiamo assistendo ad una vera e propria campagna social contro Tim Cook e compagni. La conferma di oggi di Apple rappresenta, senza dubbio, un chiarimento importante per gli utenti anche se le polemiche, soprattutto per la scarsa trasparenza da parte dell'azienda che ha confermato l'esistenza di questa funzionalità in netto ritardo, saranno senza dubbio tantissime. Non è una soluzione economica (ma cosa è economico quando si parla di Apple?), ma siccome il rallentamento del telefono è dovuto alla batteria cambiarla in qualche modo lo ringiovanisce.

A seguito di queste scoperte, Apple ha deciso di rilasciare un comunicato attraverso il quale ha dato spiegazioni. I complottisti, infatti, sostengono che dietro gli aggiornamenti dei sistemi operativi vi sarebbe proprio una politica destinata a favorire l'acquisto di nuovi modelli rendendo "inservibili" quelli più vecchi. E questo avviene nello specifico con iOS 10.2.1 e successivi. Kvaal riconosce l'impegno di Apple nell'aprirsi nuovi rami di business che le garantiscano redditività ma li ritiene ancora "marginali", non tali da far pensare che le azioni della Mela facciano un balzo in avanti oltre quel multiplo già eccezionale di 15. E non di sostituire la batteria. Questo è il motivo per cui qualsiasi smartphone perde nel tempo la sua capacità di carica e resiste meno nella giornata tipica.

Chiaramente il risultato che ci viene fornito non è indicativo al 100% dello stato della nostra batteria, ecco perchè per dati più precisi raccomandiamo comunque di rivolgervi ad un Apple Store o chiamare l'assistenza telefonica del gigante di Cupertino. In una delle azioni legali avviate negli Stati Uniti nella corte federale dell'Illinois, si legge: 'Apple sapeva che la sostituzione della batteria avrebbe portato alla velocizzazione di dispositivi più vecchi'.

Su iPhone 6S il risultato da raggiungere è di 2500 punti, su iPhone 7 di 3500 punti.

"Lo scorso anno abbiamo rilasciato una nuova feature per iPhone 6, iPhone 6S e iPhone SE, pensata per ottimizzare i picchi di corrente richiesti e prevenire lo spegnimento improvviso".


Popolare

COLLEGARE