21 dicembre 2017 la date del solstizio d'inverno: leggende, significato e curiosità

I solstizi e gli equinozi dividono il tragitto che la Terra compie attorno al Sole - detto "moto di rivoluzione" - in quattro parti uguali di tre mesi ciascuna: ognuna di quelle parti è una stagione. Attenzione, però, a non confondere le stagioni astronomiche con quelle a cui facciamo riferimento più comunemente, ovvero le stagioni meteorologiche, che definiscono invece i mesi più freddi e più caldi dell'anno. Nel giorno del solstizio di inverno sarà presente anche una congiunzione astrale (non visibile) tra Sole e Saturno; il Signore degli Anelli, che sparirà dai cieli notturni per un po' di tempo, dall'inizio del 2018 tornerà ad essere visibile prima dell'alba. E il solstizio segna l'inizio dell'inverno e la rinascita del Sole, appunto. Dopo questo periodo temporale, il periodo di luce del giorno torna nuovamente a crescere: da domani le giornate (in termine di ore in cui c'è luce solare) si allungheranno. Ecco alcune curiosità e spiegazioni legate al giorno più buio dell'intero anno.

Il disegno animato è stato realizzato dalla doodler Olivia Huynh ed è visualizzabile in homepage di Google in tutto l'emisfero boreale, quello interessato dal solstizio d'inverno. Nei tempi antichi, era importante sia spiritualmente che scientificamente e segnava il cambiamento delle stagioni.

L'inverno comincerà per la precisione alle 17.28 (ora italiana), ovvero il momento in cui il Sole si troverà esattamente alla massima distanza al di sotto dell'equatore celeste (il Polo Nord è quindi il più distante possibile dal Sole). Se vediamo il "bicchiere mezzo vuoto" oggi 20 dicembre 2017 il sole è tramontato alle 16,42 (a Milano), per un totale di sole 8 ore e 42 di luce.

Oggi 21 dicembre 2017 cade il solstizio d'inverno 2017 e comincia così il primo giorno d'inverno: ma cosa significa davvero questo giorno? Le ombre a mezzogiorno del giorno del solstizio saranno le più lunghe dell'anno. Una data che apre le porte all'inverno (anche se, il freddo si è già fatto sentire da settimane), come ci ricorda il celebre motore di ricerca che con il calar del sole ha deciso di dedicare il suo doodle a questa ricorrenza.


Popolare

COLLEGARE