Uber, accordo con la Nasa per trasporto aereo "Uberair"

ROMA Los Angeles, anno 2020: per andare da Hollywood a Beverly Hills o in qualche altro quartiere della metropoli si potrà cominciare a prendere un taxi volante.

Da tempo Uber ha confermato di essere al lavoro su un nuovo sistema di trasporto che, in futuro, potrebbe contribuire a cambiare la mobilità urbana nelle principali città del mondo, ma adesso arriva una conferma ancora più dettagliata che aggiunge informazioni preziose e, soprattutto, una data.

L'incredibile annuncio è stato fatto da Jeff Holden, Chief Product Officer di Uber, al Web Summit di Lisbona. Il più ampio progetto "Elevation" di Uber prevede la realizzazione di velivoli elettrici di piccole dimensioni, a decollo e atterraggio verticale, a quattro posti, da utilizzare per condividere spostamenti aerei in zone ad alta densità abitativa. Il servizio sarà competitivo nei prezzi. Uber ha annunciato di aver siglato un accordo con Sandstone Properties per lo sviluppo di un'infrastruttura di eliporti. L'obiettivo di Uber è rendere uberAir disponibile diversi anni prima dell'inizio dei Giochi Olimpici di Los Angeles 2028.

Un'idea, quella di UberAIR, che potrebbe rispondere ad un problema sempre più evidente nelle grandi città, dove il traffico appare sempre più congestionato ampliando notevolmente i tempi di percorrenza.


Popolare

COLLEGARE