Striscia, troupe aggredita e rapinata a Bologna

Ancora una disavventura per gli inviati di Striscia la Notizia: Vittorio Brumotti e la sua troupe sono stati aggrediti e derubati nel parco della Montagnola di Bologna mentre stavano realizzando un servizio sull'attività di spaccio che viene svolta nella zona.

Nel vedersi circondati da microfoni e telecamere, una decina di stranieri hanno reagito in maniera brutale, aggredendo Brumotti e i suoi due cameraman.

Vittorio Brumotti, in qualità di inviato di Striscia la Notizia, si è recato sotto mentite spoglie presso il parco bolognese in cui ha luogo un noto traffico di droga. Avviate comunque le indagini, per ora contro ignoti, per rapina in concorso. Si è infatti rivolto a Vittorio Brumotti dicendo: "Vuoi pistole, kalashnikov..." Intanto, durante l'aggressione anche un italiano è rimasto coinvolto, cercando di avvisare la troupe di Striscia la Notizia che stava provocando gli spacciatori.

All'arrivo dei Carabinieri, sollecitati dalla troupe, gli aggressori sono spariti facendo perdere le loro tracce. Ad essere stati arrestati per spaccio di droga, sono stati cinque africani disoccupati e senza fissa dimora. "Confido che i responsabili vengano tutti identificati e mi congratulo per la pronta reazione dei Carabinieri che ha portato alle prime due denunce". Brumotti, secondo quanto trapelato, ha poi tirato fuori un megafono per denunciare l'accaduto.

Le autorità sono intervenute prontamente.

Uno di questi è stato rimesso in libertà su disposizione del pm di turno, gli altre quattro sono stati rinchiusi in camera di sicurezza, in attesa di presentarsi davanti al giudice per l'udienza di convalida dell'arresto.


Popolare

COLLEGARE