Sarri prima di Napoli-Shakhtar: "C'è ancora speranza. Dovremo dare l'anima"

Abbiamo una situazione di classifica difficile con un piccolo spiraglio da sfruttare. Si parla di centri federali, ma chi lo dice che lì i tecnici siano più bravi di quelli dei club. È riduttivo pensare solo al numero di stranieri, solamente nella Liga ci sono meno stranieri che in Italia. "Noi gli dovremo dare pure campo, quindi è insidiosa".

HAMSIK E MILAN - "Marek è un fuoriclasse assoluto sia se al cento per cento che al 70". Penso che il Napoli inizierà la gara a ritmi altissimi e dovremo prepararci per questo. Speriamo che il risultato sia diverso! Andrebbero riformati i calendari e capire le caratteristiche del prossimo Ct. Questo calendario è folle: su 75 giorni, 37 i giocatori sono in Nazionale. Spero di divertirmi anche alla fine, però. Questo mi spinge a metterlo sempre Quando questa storia finirà gli darò un po' di riposo.

"Il Manchester City è forte, molto forte". Nella gara d'andata, nell'intervallo ci furono alcuni momenti di tensione tra gli ultrà partenopei e la polizia ucraina, intervenuta a suon di manganellate per domare sul nascere un possibile contatto ma tra sole poche decine di tifosi di opposte fazioni.

"Scelgo tutte e due, voglio andare avanti in Champions e fare bene in campionato". Sono tre giocatori straordinari, così come il centrocampista centrale Fred: mi sembra che abbia grande qualità e quantità, ha grandi ingressi in fase offensiva ed è di alto livello.

E' un'assenza importante, ma siamo una squadra organizzata e l'assenza di un difensore la possiamo ovviare.

Il dato delle reti subite in Champions indica che il City è forte. I tre trequartisti sono forti, il più pericoloso forse è Taison per l'accelerazione. "Poi in Champions si segna di più rispetto alla serie A". "Per il resto, abbiamo preso un paio di gol stupidi". Mi aspetto grande cuore, anima, non possiamo lasciare questa competizione senza aver dato tutto. Il Napoli non potrà contare su Kalidou Koulibaly (squalificato NDR) per superare lo Shakthar: "È un assenza pesante" - ammette Sarri.

Vale lo stesso discorso di Mario Rui. Per Mario bisogna vedere se ha recuperato. Non conosco il passato di Sarri, ma in lui vedo la stessa passione, è il modo in cui giocano le sue squadre a mostrarmela.

Inevitabile parlare delle dimissioni di Tavecchio: "Ora il calcio riformuli i calendari e si preoccupi dei campi da calcio: qualcuno ci scherza ma è come se un chirurgo operasse con strumenti rovinati".

"Siamo maturati molto in tre anni: prima dovevamo dare sempre il 100% per vincere, stavolta invece vinciamo anche se non giochiamo al top".


Popolare

COLLEGARE