Sabato 25 novembre ricorre la giornata della "Colletta Alimentare"

"Chiediamo alla gente di fidarsi delle indicazioni dei nostri 4000 volontari - spiega Mimmo Trivisani direttore del Banco Alimentare Abruzzo e Molise - ed acquistare beni alimentari, per quanto é nella possibilità di ognuno, per i poveri". Presso questi punti vendita è possibile aggiungere alla propria spesa prodotti alimentari non deperibili (quelli di cui c'è maggiormente bisogno sono olio, alimenti per l'infanzia, tonno e carne in scatola, pelati, riso e biscotti), che verranno successivamente smistati e distribuiti.

Ogni giorno 83.250 persone in Lombardia ricevono l'equivalente di un pasto (500 grammi di alimenti) dal Banco Alimentare grazie all'aiuto di sostenitori e partner.

Il Banco Alimentare della Sicilia Onlus e il Banco Alimentare Sicilia Occidentale Onlus aiutano 215.133 persone attraverso le 786 strutture caritative convenzionate.

Lo scorso anno sono state raccolte più di 100 tonnellate di alimenti e in tutta la provincia alessandrina nel 2016 il Banco Alimentare ha distribuito oltre 900 tonnellate di cibi a 114 strutture caritative che assistono circa 20 mila persone. Questo ci fa capire come noi tutti sentiamo il bisogno di condividere questi momenti perché, come recita lo slogan della Colletta Alimentare - condividere i bisogni significa condividere il senso della vita - Tanto è vero che poi sono le stesse famiglie che vengono assistite a spronarci nell'organizzazione di un evento del genere, infatti basta leggere la lettera di una mamma in grave disagio economico: "Sono mamma di due bambini, di 7 e 5 anni". QUI la mappa dei punti vendita.

Nell'ottobre 2015 Papa Francesco aveva inviato un messaggio ai volontari della Colletta, in cui li invitava a non dimenticare che i poveri sono persone, non numeri. Quest'anno poi c'è un fatto significativo: la Colletta Alimentare, il 25 novembre, avviene pochi giorni dopo quella giornata così importante che il Santo Padre ha voluto proclamare, la Giornata del Povero: avere collegato la Colletta ad una giornata così significativa per tutta la Chiesa mi sembra davvero un gesto profetico e importante che ci ricorda come la prima delle opere di misericordia sia "dar da mangiare agli affamati".

La Giornata gode dell'Alto Patronato della Presidenza della Repubblica, ed è realizzata in collaborazione con Esercito Italiano, Associazione Nazionale Alpini, Società San Vincenzo De Paoli, Compagnia delle Opere Sociali.


Popolare

COLLEGARE