Piazza San Carlo, in arrivo un gran numero di avvisi di garanzia

E' molto probabile che anche la sindaca che aveva le delega sulla sicurezza sia tra queste. In primo luogo, è emerso che le riunioni preparatorie all'evento erano state soltanto tre (mentre ad esempio per la celebrazione della festa patronale di San Giovanni sono state 11). Dirigenti che avrebbero potuto impedire la vendita di alcolici in bottiglie di vetro per tutto il giorno, vetro che ha contribuito al ferimento di centinaia di persone in fuga dopo un botto che però ancora non ha un perchè.

Le indagini sono coordinate dai pubblici ministeri Antonio Rinaudo e Vincenzo Pacileo. Sono circa 200 le persone ascoltate in questi mesi come testimoni da polizia e magistratura, che hanno raccolto numerosi documenti e verbali. Per ora nel registro degli indagati con l'accusa di omicidio colposo e lesioni gravissime sono iscritti in due: il presidente e il direttore di Turismo Torino, l'ente organizzatore della serata: Maurizio Montagnese e Danilo Bessone. E per effetto delle numerose querele, come atto dovuto, quello della sindaca Chiara Appendino. Frutto delle denunce di alcuni dei feriti.


Popolare

COLLEGARE