Ostia: fermato Roberto Spada, lesioni aggravate da contesto mafioso. LE REAZIONI

"Basta co sta sceneggiata, pare che state a cercà er super-latitante, ha fatto bene a daje la testata", ha detto addirittura qualcuno difedendo Spada e il suo operato. L'uomo ha aggredito la troupe di Nemo Nessuno Escluso, mentre giornalista e cameraman si trovavano davanti alla sua palestra a Ostia, per intervistarlo riguardo alle elezioni nel X Municipio. I pm Giovanni Musarò e Ilaria Calò hanno deciso di iscrivere il suo nome per lesioni aggravate dal l'articolo 7, quello che si usa appunto nelle indagini per mafia.

Sull'aggressione avvenuta a Ostia indaga anche la Procura della Federboxe.

Roberto Spada è stato fermato dai carabinieri del nucleo investigativo di Ostia: i militari hanno eseguito un decreto di fermo emesso dal pubblico ministero in relazione all'aggressione di un giornalista di Nemo. C'è chi pero è stufo del degrado e del quartiere e chiede aiuto.

Il provvedimento parla di "aggravante del metodo mafioso consistito nell'ostentare in maniera evidente e provocatoria una condotta idonea ad esercitare sui soggetti passivi quella particolare coartazione è quella conseguente intimidazione propria delle organizzazioni mafiose". "Entrambi continueremo a fare il nostro lavoro con la stessa dedizione di prima", ha concluso entrando nella sede Rai. Piervincenzi è stato ricevuto a viale Mazzini dal direttore generale della Rai Mario Orfeo che ha voluto sincerarsi delle sue condizioni di salute."Certo siamo scossi, sia io che Edoardo Anselmi - ha aggiunto il reporter - Lui ha coraggiosamente difeso il girato della telecamera durante l'aggressione, gliene sono grato". Piervincenzi ha denunciato ieri sera l'aggessione. Per sabato 11 novembre la sindaca di Roma Virginia Raggi ha annunciato una marcia contro i clan.

Voto Ostia, Angeli: "La saldatura del clan Spada con Casapound è antica" Tra clan e politica la commistione non è di oggi, l'endorsement per il candidato di Casapound Luca Marsella rinsalda una nuova alleanza tra gli Spada e l'estrema destra li ha resi forti, nonostante le inchieste della Procura di Roma che hanno portato ad arresti e condanne in primo grado con l'aggravante del metodo mafioso.


Popolare

COLLEGARE