Nazionale, Tavecchio (Figc) su Ancelotti: "Dopo Ventura? Nomi importanti"

Dopo ventura tutto il popolo italiano vorrebbe un allenatore come Ancelotti a guidare gli azzurri, nei prossimi giorni se, come è molto probabile, Ventura verrà esonerato, ci saranno sicuramente dei contatti tra la dirigenza dell'Italia e l'ex tecnico del Bayern che intanto continua a godersi la sua vacanza.

Carlo Tavecchio, che a sua volta ha deciso di non rassegnare le dimissioni da presidente della FIGC, ai microfoni di Sky Sport dopo il Consiglio Federale ha dichiarato: "Oggi ho parlato con Ventura e gli ho comunicato che non abbiamo più necessità della sua collaborazione e dei suoi servizi".

ANCELOTTI - "Sarebbe la soluzione più facile se fosse possibile, ma non dobbiamo essere obbligatoriamente legati al grande nome". Londra e Parigi sono le mète preferite, ma Roma (diciamo Coverciano) non verrebbe considerata un ripiego dall'ex allenatore del Bayern. Vuole la sicurezza di situazioni chiare, vuole uno staff tutto suo (magari con Paolo Maldini come assistente o team manager), vuole che non ci siano malintesi, sottintesi, storie strane. In altre parole: non gli piacciono alcuni personaggi che in questo periodo di difficoltà del calcio italiano hanno fatto la parte dei leoni. Carletto dovrebbe poter avere l'opportunità di dire sì oppure no indipendentemente da chi guida la Federazione, pensando solo al campo e a una Nazionale da ricostruire, senza esporsi in prima persona per far saltare il banco. A partire dall'ingaggio, che per la Figc sarà notevole.


Popolare

COLLEGARE