Napoli-Shakhtar 3-0: Insigne, Zielinski e Mertens regalano ancora speranza agli azzurri!

NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Chiriches, Mario Rui; Zielinski, Diawara, Hamsik; Callejon, Mertens, Insigne.

Il Napoli tiene viva la speranza di qualificazione agli ottavi di Champions grazie ad una partita superlativa contro lo Shakhtar Donetsk. Gli ucraini sono ben schierati in campo, difficile trovare spazi per i partenopei, che soffrono anche le ripartenze veloci degli avversari.

Quel gol che Gonzalo Higuain ha segnato all'Alvalade vale tantissimo: se la Juventus avesse perso a Lisbona, oggi avrebbe gli stessi punti dello Sporting (5) ma in virtù dei gol in trasferta sarebbero i portoghesi a essere in vantaggio. Nell'altro incontro del girone il Manchester City, già qualificato, ha battuto gli olandesi del Feyenoord 1-0. Nel secondo tempo, quando siamo riusciti a sporcargli le uscite dalla difesa, siamo cresciuti.

6 punti per gli azzurri e Maurizio Sarri che ora confida nell'aiuto del suo collega Pep per riuscire ad agguantare un passaggio del turno quasi insperato. Insigne ha avuto il grande merito di sbloccare una partita difficile contro un ottimo Shakhtar: "E' un giocatore di livello internazionale - gli riconosce Sarri ai microfoni di 'Premium Champions' - Uno di quelli che vanno tenuti fuori delle rotazioni: a volte una ventina di minuti di riposo glieli concedo, ma ammetto che faccio fatica".

Partita ancora non chiusa, perchè l'appetito vien mangiando e così per chiudere il cerchio non poteva mancare il sigillo del bomber tascabile Dries Mertens.

INSIGNE CI PROVA, PYATOV VOLA - In mediana il Napoli non sembra brillante come al solito, prezioso il lavoro in ripiegamento di Ferreyra che aiuta e favorisce con le sue sponde gli inserimenti dei talentuosi compagni di reparto. "Stavo facendo l'elenco della spesa per domani mattina" conclude. Continuiamo a crederci: non dipende solo da noi, ma l'importante è che cominciamo a vincere in Olanda, poi vedremo se il City batterà lo Shakhtar.


Popolare

COLLEGARE