Napoli, Mertens a Sky: "Partita molto importante, guardiamo solo a noi"

"Stasera è una partita molto importante".

Dries Mertens si scalda in vista della sfida col Milan (a cui non è mai riuscito a segnare) e lo fa ripercorrendo la sua storia a Napoli in una lunga intervista al Corriere dello Sport: "Quando la società mi ha acquistato sono venuto con tutta la famiglia e mi sono ambientato facilmente".

Higuain è sicuramente un fuoriclasse, fa cose che altri attaccanti non sanno fare. Cosa mi piace di più della città?

Oltre al piccolo tabù da sfatare ci sarà anche voglia di fare bene in questo tour de force che terrà gli azzurri impegnati e mantenere il primato in classifica, con la Juventus che incalza a -1 dopo la frenata di Verona. Il centravanti belga del Napoli parla praticamente di tutto, a partire dall'Italia che non va ai Mondiali fino alla situazione della squadra di Sarri. E' preparato e scientifico nella cura delle partite. Gli infortuni di Milik e Ghoulam non ci aiutano. Mi è dispiaciuto anche per Buffon, tutti abbiamo rispetto per lui. L'Italia non ci sarà al Mondiale: "Mi dispiace molto, perché sono qui da cinque anni e non è bello vedere amici come Jorginho o Insigne che non ci saranno". Quando gioco contro Chiellini, per esempio, mi trovo bene. "Era veramente un giocatore fortissimo e quando giocavo con lui sapevo che sa fare cose che non tanti attaccanti sanno fare". Ho fatto un tunnel a Rodriguez, poi un passaggio no look ad Hamsik. Quando sono arrivato a Napoli mi sono reso conto che tutti seguono con una immensa passione il calcio, anche le nonne. Finora i nomi fatti sono stati due in particolare, Vrsaljko e Masina, ma a questi, secondo quanto riportato dal Il Mattino, ora andrebbe aggiunto il 24enne Arthur Masuaku, laterale sinistro al momento in forze al Westham. "Il mare. Lo vedo e sono felice".


Popolare

COLLEGARE