Mondiali Paralimpici, Bebe Vio è oro nel fioretto individuale

Soprattutto, non ce ne è stato per nessuno: la fiorettista, si conferma leader mondiale e straordinaria campionessa, superando le avversarie una dopo l'altra con punteggi netti, che non ammettono discussione.

E' in corso all'Hilton Rome Airport di Roma Fiumicino la seconda giornata di gara dei Campionati del Mondo di scherma paralimpica Roma2017. In semifinale è poi arrivata la vittoria per 15-1 sulla russa Mishurova, prima della finalissima che ha visto la paralimpionica di Rio 2016 superare l'altra russa Viktoria Boykova col punteggio di 15-3. La gara più importante è quella di sabato, a squadre!

Bebe Vio ha svelato un piccolo retroscena: Jovanotti nei giorni scorsi le ha mandato il suo nuovo inedito, raccomandandosi di non farlo ascoltare a nessuno.

"Peccato perché ci tenevo a vincere qui in Italia" - ha dichiarato Betti, quasi insoddisfatto del miglior risultato in carriera.

Chiude, invece, ai piedi del podio (su cui salgono, medaglie di bronzo, i russi Fedyaev e Nagaev) Emanuele Lambertini.

"E' stato bello, bellissimo - aggiunge Bebe - sono contenta, contentissima, anche se non posso brindare, anche perché so quanto mi è costato in termini di allenamento e duro lavoro". Stop nel turno dei 16 per Gabriele Leopizzi che, dopo aver sconfitto lo statunitense Joey Brinson per 15-12, è stato eliminato per mano del britannico Dimitri Coutya col punteggio di 15-5. Italia fuori dal podio nel fioretto femminile categoria A e nella sciabola maschile categoria A. Così Liliana Tolu e Sofia Brunati, impegnate nella spada. Primo gradino del podio, nella spada, per l'ungherese Krajnyak, secondo per la portabandiera di Hong Kong Ye e terze la coreana Kim Sunmi e l'ucraina Breus. Occhi puntati in particolare su Bebe Vio, campionessa paralimpica a Rio2016, che dopo una giornata intera in cui è rimasta nella sua stanza d'hotel a mantenere alta la concentrazione e scacciare l'ansia, salirà in pedana alle 15 supportata da tutto il pubblico di casa.


Popolare

COLLEGARE