Molestie, Tornatore: "Ho la coscienza a posto". E Miriana Trevisan replica così

Ospite a "Che Tempo che fa" da Fabio Fazio, Giuseppe Tornatore risponde alle pesanti affermazioni rilasciate alcune settimane dalla showgirl , ex ragazza di "Non è la Rai", che, sulla scia dello scandalo Weinstein che ha sconvolto il dorato mondo di Hollywood, aveva raccontato a Vanity Fair di pesanti avances subite dal regista durante un incontro di lavoro avvenuto vent'anni fa: "Lui mi seguì fino alla porta, mi appoggiò al muro e cominciò a baciarmi collo e orecchie, le mani sul seno, in modo abbastanza aggressivo". Per ben quattro anni, dal 1991 al 1993, Miriana Trevisan è stata tra le protagoniste del programma cult di Mediaset, ma dopo ha scelto la sua strada restando sempre negli studi mediaset e emigrando alla co-conduzione di altri programmi come La Corrida, Pressing, velina per Striscia la Notizia e successivamente conduttrice di Paperissima Sprint e ancora valletta di Mike Bongiorno a La ruota della fortuna.

Di tutta risposta, la nota showgirl ha così replicato alla versione contrariata del regista di Bagheria, che si è detto basito dall'uso improprio di termini come 'stupratore' e dalla leggerezza con la quale è stata trattata tutta la vicenda a mezzo stampa.

Tornatore, già difeso dalle sue attrici, da Monica Bellucci e Claudia Gerini a Margherita Buy e Laura Chiatti, ha sottolineato la perniciosa "spettacolarizzazione" fatta dai media sulla questione.

Poi il regista ha proseguito: "Questo incidente non mi ha ingenerato particolari amarezze o sofferenze". Scopri un giorno di essere un uomo che non sei, un mostro, un violentatore, parole pesantissime. "Stupore sì", ha dichiarato Tornatore. Una mattina ti svegli, apri il giornale o il computer e scopri di essere un mostro, un molestatore, un violentatore. E scopri tutto questo grazie a certi metodi di certi organi di stampa, non tutti fortunatamente, che non seguono delle regole ortodosse.

"Perché scrivono che sei un assassino senza ricorrere al contraddittorio?" "Anch'io la mattina dopo mi sono svegliata credendo di essere sbagliata in un mondo che mi voleva convincere di essere nel giusto". "Questo è un sistema veramente mostruoso ed è inaccettabile".


Popolare

COLLEGARE