Molestie, accuse a Stallone: sesso a 3 negli Anni '80

Ormai a Hollywood pare scoppiata una vera e propria "epidemia" legata allo scandalo Weinstein: praticamente non passa girono senza che il nome di una nuova star non venga coinvolto in un qualche scandalo legato ad accuse per molestie sessuali.

Nel 1986 Sylvester Stallone era a Las Vegas per girare Over the top il film in cui interpreta un camionista che decide di partecipare al mondiale di braccio di ferro per cambiare la sua vita e quella del figlio. Samolovitch ha poi spiegato che la ragazza non volle procedere per paura di una vendetta dell'attore, all'epoca all'apice della sua carriera dopo i successi di Rocky, Rambo e Cobra. A quanto scrive il "Daily Mail", infatti, una donna ha sostenuto che negli Anni Ottanta a Las Vegas, quando aveva 16 anni, Stallone la avrebbe costretta a un rapporto sessuale con lui e la sua guardia del corpo.

La ragazzina soggiornava con la famiglia in un Hilton, quando nella hall conobbe Stallone e gli chiese un autografo. La giovane sarebbe stata invitata nella suit dell'attore dove i due avrebbero consumato un rapporto sessuale mentre De Luca era in bagno.

"È una storia ridicola e categoricamente falsa", ha replicato Sylvester Stallone all'episodio citato dal Daily Mail.

L'attore poi la minacciò di violenze se avesse raccontato i fatti, secondo quei documenti.

La teen-ager raccontò tutto alla polizia, ma alla fine decise di non sporgere denuncia perché si sentiva "umiliata e piena di vergogna". Nel 1987 la sorellastra Toni-Ann Filiti (figlia anche lei di Jacqueline Stallone) lo accusò di averla molestata per anni. "Nessuno e' mai stato al corrente di questa storia finche' non e' stata pubblicata" dal Daily Mail. "Stallone non è mai stato contattato dalle autorità o da chiunque altro su questa vicenda" ha continuato il suo portavoce.

Il divo di New York ha sempre negato con veemenza anche se il caso venne comunque chiuso con diversi milioni di dollari alla Filiti.


Popolare

COLLEGARE