Milan, Montella: "Vittoria meritata, ho capito chi mi vuole realmente bene"

Scontri diretti? Dopo il Napoli abbiamo un cammino alla nostra portata se mettiamo in campo i valori di questa sera, poi ci sono gli scontri diretti del girone di ritorno che possano essere capovolti. Impercorribili anche le piste che portano a Blanc, Mazzarri e soprattutto Luis Enrique, inarrivabile. Alla minima difficoltà abbiamo perso sicurezza e questo non mi è piaciuto. Il Milan sembra immobile: Calabria si infortuna, Donnarumma riesce a frenare il gol di Mazzitelli, ma la partita non decolla.

Gattuso? Ragazzo leale, nelle prossime foto ritoccate avrò gli occhi azzurri. Non mi dà fastidio vedere che sono in discussione, fa tutto parte del gioco e del contratto. Stiamo lavorando e si vede.

L'allenatore del Milan ammette di credere al quarto posto, obiettivo minimo di inizio stagione: "Credo in questa squadra, credo nel nostro cammino e credo che queste cose si possano capovolgere, oggi abbiamo rosicchiato qualcosina".

Tutti i diritti di utilizzazione economica previsti dalla legge n. 633/1941 sui testi da Lei concepiti ed elaborati ed a noi inviati per la pubblicazione, vengono da Lei ceduti in via esclusiva e definitiva alla nostra società, che avrà pertanto ogni più ampio diritto di utilizzare detti testi, ivi compreso - a titolo esemplificativo - il diritto di riprodurre, pubblicare, diffondere a mezzo stampa e/o con ogni altro tipo di supporto o mezzo e comunque in ogni forma o modo, anche se attualmente non esistenti, sui propri mezzi, nonché di cedere a terzi tali diritti, senza corrispettivo in Suo favore. Abbiamo una sorta di blocco perché prepariamo bene le partite, ma poi arriviamo alla partita con un po' di pressione. A questo punto o si confermi Montella fino a giugno o lo si esoneri subito, approfittando della sosta, perchè è anche difficile lavorare nell'ambiente di sfiducia che si è creato. Se la squadra non ottiene i risultati è logico che si rifletta.


Popolare

COLLEGARE