Meteo week end: tempo stabile sabato, locali rovesci in Sicilia domenica

Il sistema perturbato è inserito in un'ampia saccatura collegata ad un vortice freddo con perno sulla Penisola Scandinava. La giornata di sabato 25 novembre, infatti, sarà caratterizzata da deboli piogge che cadranno su Napoli per quasi tutto il giorno. Torneranno i forti temporali, ma anche la neve sui rilievi appenninici localmente a quote basse, con clima via via più freddo. Il passaggio di testimone con dicembre dovrebbe così esser all'insegna di condizioni tipicamente invernali. Se confermato, sarebbe un tipo di scenario pienamente invernale, propizio alla neve fino a quote basse su parte d'Italia. Da martedì e poi mercoledì 29 nuovo e intenso peggioramento del tempo, con neve sopra i 200/400 metri al Nord, sopra i 900/1000 metri al Centro. Venti tra moderati e forti da sud/ovest alle quote superiori, forti settentrionali in serata.

Il ramo più attivo della perturbazione transiterà verso le regioni centro-meridionali, con la bassa pressione in trasferimento verso l'Adriatico. Ci saranno qua e là deboli piogge, e piogge meno deboli nel nord della Toscana, in Campania, Molise e Calabria. Non avremo comunque precipitazioni fino a sera. In quest'apertura che si creerà arriverà la perturbazione ed entreranno dalla Porta di Bora i venti freddi settentrionali che porteranno una graduale diminuzione termica. Nubi irregolari in Sardegna, ma senza fenomeni.

Temperature: in calo nei valori minimi, in aumento nelle massime.

Temperatura in sensibile calo. Poi si intravede un piccolo break stabile prima dell'arrivo di una nuova perturbazione accompagnata da aria fredda e nevicate verso la metà della prossima settimana.

Lo smog da giorni - segnalano gli esperti del Centro Epson Meteo - sta mettendo in ginocchio soprattutto la Val Padana: anche ieri, in molte città, si è registrata una concentrazione di Pm10 più che doppia rispetto alla soglia limite per la salute umana (fissata in 50 microgrammi al metro cubo).


Popolare

COLLEGARE