Lufthansa a Roma per l'offerta Alitalia

Come si legge su fonti di stampa, "ci sarà un incontro giovedì al quale parteciperà anche il capo di Air Dolomiti (controllata di Lufthansa), Joerg Eberhard". Ma il condizionale è d'obbligo, perchè si tratta di cifre anticipate da il Messaggero, mentre dai commmissari di Alitalia non trapela alcuna informazione - né conferma, né smentita - e l'obbligo di riservatezza investe anche i pretendenti di Alitalia che, partecipando all'asta pubblica, sono vincolati a non divulgare informazioni che potrebbero turbare la procedura in corso. La compagnia aerea di bandiera tedesca ha presentato una offerta per Alitalia, indicando il proprio "interesse nella creazione di una 'Nuova Alitalia'". Fuori dal perimetro aziendale l'handling, le rotte non economiche e i velivoli che consumano troppo. I voli point-to-point sono quelli effettuati dalla compagnia tra due aeroporti senza scali intermedi. "E che il lavoro, giudicato prezioso dei commissari, continui a ridurre i costi e ad aumentare la redditività". Il vertice servirà a mettere sul tavolo le carte che ha da giocarsi il vettore tedesco. Gli americani hanno fatto capire di avere liquidità, e vorrebbero agire rapidamente, anche senza aspettare cambiamenti del quadro politico, tuttavia l'offerta ancora non sarebbe stata formalizzata. Secondo il Financial Times la disponibilità di Cerberus sarebbe compresa tra i 100 e i 400 milioni di dollari.

Per negoziare c'è tempo fino ad aprile La partita, in sostanza, è ancora alle prime battute. Ma per garantire l'operatività della compagnia il governo ha aumentato di 300 milioni, portando a 900 milioni, il prestito ponte che dovrà essere restituito entro il 30 settembre 2018.


Popolare

COLLEGARE