Lazio - Cotral, in vista disagi per lo sciopero del 10 novembre

Problemi e disagi in arrivo nelle principali città italiane. Dopo l'agitazione indetta dalla sigla Cub (Confederazione unitaria di base), che non aveva però visto una grande adesione, un nuovo sciopero dei trasporti è stato indetto a Milano e in tutta Italia per giovedì 9 e venerdì 10 novembre.

Proprio l'Azienda trasporti milanesi ha confermato con una nota l'agitazione: "L'Unione sindacale di base (Usb) ha proclamato uno sciopero Generale Nazionale di 24 ore".

"A Milano - ha precisato Atm - l'agitazione del personale viaggiante e di esercizio sia di superficie sia della metropolitana è prevista dalle 8.45 alle 15.00 e dalle 18.00 al termine del servizio".

Lo sciopero di 24 ore interesserà le giornate del 9 e 10 novembre e potrebbe coinvolgere sia il comparto del Trasporto Ferroviario Regionale (personale appartenente al Gruppo Ferrovie dello Stato e Trenord) che il Trasporto Pubblico Locale.

In entrambe le giornate di sciopero, informa Trenord, saranno rispettate le fasce orarie di garanzia 6.00-9.00 e 18.00 -21.00. Servizio minimo anche per funicolari e metropolitana.

A Bologna, "per il personale viaggiante dei servizi automobilistici e filoviari Tper dei bacini di servizio di Bologna e Ferrara (bus e corriere) lo sciopero si svolgerà dalle ore 8.30 alle ore 16.30 e dalle 19.30 a fine servizio". Venerdì 10 novembre invece viaggeranno i treni sia del servizio regionale sia a lunga percorrenza inseriti nella lista dei "Servizi Minimi Garantiti" (qui maggiori informazioni). "Lo sciopero è convocato anche per nuove politiche sociali in tema di diritto all'abitare, di salvaguardia e messa in sicurezza del territorio, di contrasto alla xenofobia e al razzismo".


Popolare

COLLEGARE