Janne Andersson: "L'arbitro non ci ha favorito all'andata"

Un passato in Serie A, un presente diviso fra l'Amburgo in Bundesliga e il sogno di andare al Mondiale di Russia 2018 con la Svezia.

Albin Ekdal, centrocampista della Svezia, ex Juve, Cagliari, Bologna e Siena, ha parlato dell'Italia e del match di domani a Il Corriere della Sera. Calcio italiano? Ho imparato molto in sette anni.

"Non mi sorprende la reazione italiana nei confronti dell'arbitro, da voi è sempre un argomento". Tuttavia, il ct Janne Andersson si è mostrato sicuro del fatto suo in conferenza stampa tornando anche sulle polemiche arbitrali sollevate da Giampiero Ventura nella gara d'andata. Ci aspettiamo un avversario diverso rispetto a quello di venerdì: più carico, aggressivo e con una voglia maggiore. Le partite si giocano in campo, il resto sono solo chiacchiere. Sinceramente, gli azzurri mi hanno un po' deluso, ma sappiamo che la qualificazione si decide sui 180'. "I favoriti restano gli azzurri e la pressione è tutta su di loro". Il problema sarà non subirne. No, non mi sono mai pentito di aver lasciato la A. Ma in Premier e in Bundesliga gli stadi sono sempre pieni. In questo momento l'Italia pensa solo a come "sistemare" la questione Svezia, una questione Mondiale che è diventata più complicata dopo il pallone deviato involontariamente da De Rossi e finito alle spalle di Buffon alla Friends Arena.


Popolare

COLLEGARE