Italia. Terrorismo: espulsi due marocchini e un tunisino

Gli altri due sono marochini, anche questi sospettati di avere ancora adesso legami con combattenti che resistono sul terreno di guerra in Siria. Con quella di oggi salgono a 96 le espulsioni dall'inizio dell'anno dalla vicina Penisola, mentre sono 228 dall'inizio del 2015. Il tunisino è stato rintracciato a Perugia e, sul suo cellulare, è stato trovato un file audio in cui si incitava al jihad.

Due marocchini di 25 e 26 anni e un tunisino di 31 sono stati espulsi per motivi di sicurezza dall'Italia perché erano in contatto con alcuni foreign fighters, ancora in Siria a combattere per lo Stato Islamico. Il 23 agosto era stato rintracciato a Perugia dopo un periodo trascorso in patria. L'uomo è stato fermato a Torino e rimpatriato via mare con partenza dal porto di Genova. Nei mesi scorsi gli investigatori non escludevano che potesse decidere di tornare in Europa e le espulsioni dimostrano che quell'ambiente viene accuratamente monitorato.


Popolare

COLLEGARE