Il Torino ferma l'Inter: a San Siro è 1-1

"Nel primo tempo non siamo andati al massimo, meglio nella ripresa, ma ci siamo trovato sotto di un gol e quando è così soffri, è inevitabile".

Spalletti schiera la sua formazione titolare con Borja Valero insieme a Candreva e Perisic alle spalle di Icardi. E' l'ultima emozione della partita: l'Inter sale a quota 30 ma non conquista la vetta, occasione per Juve e Napoli.

Dopo le gare di ieri, termina oggi a partire dalle 12.30 la dodicesima giornata di Serie A: si apre con il lunch match dello Stadio Giuseppe Meazza di Milano tra l' Inter di Luciano Spalletti e il Torino di Sinisa Mihajlovic. Il Torino è una buona squadra, abbiamo messo grande grinta, ma dopo il loro gol, la partita si è complicata.

Nel primo tempo tanta lotta con Icardi poco lucido in area di rigore sugli assisti di un ispirato Candreva. È il miglior Torino della stagione che non lascia nulla al caso. Prima dell'intervallo, Toro sfiora lo scherzetto: Ansaldi pesca Baselli, il colpo di testa è sventato da un intervento miracoloso di Handanovic. Lo fa anche dall'altra parte Belotti seppur in maniera meno incisiva, Handanović sceglie di non rischiare e mette in corner una palla che sembrava agevole.

Pari interno per l'Inter che riacciuffa il Torino grazie alla rete di Eder.

Il match si sblocca al 60′, quando Iago Falque dalla distanza sblocca il risultato: percussione solitaria e botta all'angolino per l'1-0 Toro. Borja Valero tenta un tiro cross che Sirigu spara in angolo, poi Icardi ha due occasionissime che non sfrutta: prima Candreva gli offre un cioccolatino che è solo da scartare, ma colpisce male; dopo qualche minuto, su una ripartenza, spreca e si impalla, perdendo goffamente il pallone che viene recuperato da Baselli. Inter scossa dallo svantaggio, prima volta che succede in casa in questo campionato, ci vuole l'ingresso di Éder per uno spento Gagliardini per ridare vivacità ai nerazzurri, mentre Škriniar manda di testa a lato su corner colpendo Obi.

Torino (4-3-3): Sirigu; De Silvestri, Nkoulou, Burdisso, Ansaldi; Baselli, Rincón, Obi (74′ Acquah); Iago Falque (83′ Niang), Belotti, Ljajić.


Popolare

COLLEGARE