Gianni Morandi presenta il suo nuovo album "D'amore d'autore"

È uscito il 16 novembre il nuovo album di Gianni Morandi, "D'amore d'autore", per Columbia records.

Ed è stato in quel momento, quando Morandi ha dovuto essere l'ago della bilancia per la gara, che il pubblico si è rivoltato contro la sua decisione: quella di salvare Rita Bellanza, concorrente della squadra di Levante, ricoprendolo di fischi e 'boo', spiazzando persino il conduttore Alessandro Cattelan. "Ho seguito l'onda che arrivava dalle canzoni in un disco che va via leggero, con una coerenza di suoni, perché non era semplice trovare del carattere in canzoni d'autore". Oltre al rocker di Correggio, Morandi "ha ospitato" anche Ivano Fossati, Tommaso Paradiso dei The Giornalisti, Levante, Giuliano Sangiorgi, Elisa, Paolo Simoni ed Ermal Meta che hanno messo a disposizione il loro "modo di vedere l'amore". Nella tracklist anche la cover di Onda su onda di Paolo Conte cantata qui in duetto con Fiorella Mannoia.

Gianni Morandi è intenzionato ad andare avanti per la sua strada. A 72 anni è in forma e non vuole smettere: "Mick Jagger è più vecchio di me!", scherza.

L'uscita ufficiale, per quello che è il 40esimo album dell'infaticabile cantante di Monghidoro, è prevista per domani, su etichetta Sony Music. "Il mio lavoro d´interprete si è espresso proprio riuscendo a mettere insieme queste canzoni scritte da altre persone e alla fine spero di averlo fatto diventare un po´ anche il mio disco".

"L'altra sera ho pianto per l'eliminazione dell'Italia: che brutto giugno che passeremo - ha esternato - Ventura non ha tutte le colpe perché gli svedesi non ci hanno fatto tirare in porta". Da tifoso non faccio tutte le analisi ma dopo t'incazzi. "D'amore d'autore" parla di questo sentimento in tutti i suoi aspetti e i brani sono ben adatti alla voce e all'interpretazione di Morandi che ovviamente a 73 anni non deve dimostrare più niente ma solo divertirsi. Alla presentazione del disco a Milano non ha resistito e ha voluto canticchiarli e spiegarli quasi tutti. Forse si riferiva a "Sally" di Vasco Rossi, diventata virale e suo cavallo di battaglia, ma non ne siamo certi.


Popolare

COLLEGARE