Fico Eataly World, Farinetti: "Vogliamo che diventi un posto fico"

Fico, il più grande parco agroalimentare del mondo - con 10 ettari di estensione e 150 aziende del food italiano coinvolte - che aprirà il prossimo 15 novembre a Bologna e che sarà, nell'intenzione dei promotori, un'autentica Disneyland del cibo italiano, ha scelto un'azienda storica abruzzese che opera dal 1945 ai piedi della Majella, Jubatti Carni, per far scoprire ad una platea internazionale quello che, seppur dalle origini antiche, sarà lostreet food del futuro: l'arrosticino.
Un chiosco assegnato in esclusiva, come ambasciatore delle "rostelle" dall'originale gusto, preparate con carne di pecora di razza selezionata e lavorata secondo la tipica tradizione abruzzese e cotte sulle "canaline" integrate nel braciere del chiosco.

All'inaugurazione insieme al fondatore di Eataly, Oscar Farinetti, sono intervenuti: il direttore generale di ENIT, Agenzia Nazionale del Turismo, il sindaco di Bologna Virginio Merola, l'amministratore delegato di FICO Eataly World, Tiziana Primori, il presidente della Fondazione FICO Andrea Segrè, il direttore generale del CAAB Alessandro Bonfiglioli e il direttore generale di Prelios Sgr, Andrea Cornetti. "Vogliamo parlare del cibo - ha detto Farinetti - partendo dall'inizio e non dalla fine ovvero dall'agricoltura, dall'allevamento e dalla trasformazione". Lo stand è affidato a Food Brand Marche, prima associazione italiana dell'agroalimentare, nata il 25 settembre 2017 da un'idea di sette produttori, che già rappresenta il 70 per cento dell'agroalimentare marchigiano e coinvolge una rete di settanta aziende del settore.

Le soluzioni interattive e le tecnologie innovative offerte dal gruppo, in particolare, sono state scelte per l'importanza che il coinvolgimento e l'informazione digitale rivestono in un moderno format di retail. La loro presenza è fondamentale per consolidare la rinascita dei territori appenninici devastati, che vivevano di agricoltura e zootecnia, di eccellenze enogastronomiche da non disperdere, di cultura e sostenibilità ambientale.

Impossibile vedere tutto e raccontare tutto quello che propone Fico.

Insomma, un mondo legato all'eccellenza, alla storia e alla tradizione del Made in Italy, un mondo che nasce con la volontà di promuovere e valorizzare le nostre produzioni, inserendosi a pieno titolo tra i grandi protagonisti dell'innovazione europea.


Popolare

COLLEGARE