Elezioni Regionali Sicilia 2017: ecco come si vota

Il Presidente uscente, Rosario Crocetta, è stato travolto da una serie di problematiche che non gli hanno consentito di presentarsi alle elezioni. Elezioni molto importanti anche in ottica nazionale, come possibile trampolino di lancio in vista delle elezioni politiche in programma nella Primavera del 2018.

Gli elettori potranno esercitare il diritto di voto dalle 8 alle 22 mentre le operazioni di scrutinio inizieranno alle 8 del 6 novembre.

Urne aperte dalle 8.00 alle 22.00, 4 milioni e 600 siciliani chiamati ai seggi per eleggere il prossimo governatore della Regione. "Penso ai manifesti attaccati negli spazi elettorali, al mio volto spesso accanto al suo, all'ilarità che questo ha generato in me e nei ragazzi che in questi giorni si sono dedicati al posizionamento negli spazi elettorali appositi", si legge nella nota. Di fianco a questi è indicato il nome dei capolista della lista regionale collegata, nonchè candidato alla carica di presidente della Regione. Ai cittadini che andranno a votare, muniti di tessera elettorale e un documento di identità, verrà consegnata una scheda gialla, suddivisa in rettangoli, ognuno corrispondente a una lista provinciale.

Domenica 5 novembre è il giorno designato per votare i candidati alle prossime Elezioni Regionali 2017 in Sicilia. Il voto dei siciliani potrà essere disgiunto: è possibile dare la propria preferenza a un deputato regionale di una determinata lista e scegliere un candidato alla Presidenza di un'altra.

ELEZIONE DELL'ASSEMBLEA REGIONALE Avviene con sistema proporzionale con correttivo maggioritario Dei 70 seggi dell'Assemblea siciliana: 62 sono attribuiti in ragione proporzionale sulla base di liste di candidati concorrenti nei collegi elettorali provinciali - uno al Presidente di regione; - uno al capolista della lista regionale che ottiene una cifra di voti validi immediatamente inferiore a quella conseguita dalla lista regionale risultata più votata; - i restanti, fino ad un massimo di 6, ai candidati della lista regionale del Presidente eletto.

Nel caso in cui l'elettore dovesse indicare solo la preferenza per lista provinciale, invece, prevarrà l'effetto trascinamento, ovvero, il voto andrà automaticamente al candidato della lista regionale. L'ultimo seggio, infine, spetta al candidato arrivato secondo nella consultazione. Il centrodestra si schiera compatto con Nello Musumeci. "Riportiamo l'impresa al centro di ogni interesse e inneschiamo un meccanismo virtuoso per la nostra economia". I candidati, quindi, alla sua poltrona sono 5: Nello Musumeci leader della coalizione di centro-destra, in testa negli ultimi sondaggi; Giancarlo Cancelleri per il Movimento 5 Stelle; Fabrizio Micari sostenuto dallo schieramento di centro-sinistra; Claudio Fava con Cento Passi per la Sicilia e Roberto La Rosa leader dei Siciliani Liberi.

Rush finale della campagna elettorale per la Sicilia.

Ci siamo, il conto alla rovescia sta per azzerarsi definitivamente. "Indipendenza economica oggi e politica successivamente, vorremmo fare un referendum come in Catalogna".


Popolare

COLLEGARE