'economia "circolare" secondo Ikea: ricompra i mobili usati

L'arredamento di casa è importante, dice chi siamo e, soprattutto, ci accoglie quotidianamente quando torniamo dal lavoro. Vivere bene significa vivere bene anche con ciò che ci circonda e i mobili di casa ne fanno parte. L'ultima novità annunciata proprio in questi giorni si chiama Second Life, ed è un progetto che vedrà Ikea puntare sul mercato dei mobili usati, offrendo ai clienti sconti anche consistenti. La conferma è arrivata da Manuel Rotzinger, portavoce di Ikea. L'azienda svedese del mobile low cost sembra essere in vena di sperimentazioni in questo autunno 2017. L'iniziativa partirà nel gennaio 2018 nella sede di Spreitenbach, a nord ovest di Zurigo, e durerà tre mesi. Un'offerta più che vantaggiosa, dunque, mentre per chi si presenterà nei negozi Ikea troverà un settore dedicato alla vendita dei mobili usati, a prezzi ancora più bassi. In base alle condizioni dei capi raccolti, l'abbigliamento usato intraprenderà diverse strade: il riutilizzo, quindi la vendita come capi di seconda mano; il recupero delle fibre tessili; una seconda vita, nel caso in cui vengano riconvertiti in altri prodotti; per la produzione di energia. I clienti stufi dei loro mobili, a patto che siano in buone condizioni e ancora utilizzabili, possono riconsegnarli a Ikea in cambio di un buono sconto pari al 60% per i nuovi acquisti.

"Per tre mesi", annuncia, "ricompreremo la vostra credenza, l'armadio, il divano, la cassettiera o il tavolo di seconda mano".


Popolare

COLLEGARE