Di Maio chiede un confronto, Renzi risponde: Ok, accolgo la sfida

Il vicepresidente della Camera sta diramando le istruzioni di voto agli attivisti. Informate tutti che il 5 novembre si vota. "Chi non può chiami tutti i suoi amici e conoscenti e gli dica che il 5 novembre si sceglie il futuro dell'isola più grande del Mediterraneo". Anche io sono disponibile.

E adesso sarà divertente vedere che succederà, dato che DI Maio non sa cosa sia un confronto Tv.

E intanto in Lombardia, il giorno dopo l'incoronazione del dem Giorgo Gori che correrá alle prossime elezioni, prendono il via le Regionarie, il percorso per scegliere il prossimo candidato presidente M5S. Anche qui come a Roma, in Sicilia, nel Lazio e non a Torino però c'è il codice obbligatorio. Decidiamo se farlo in Rai o su altra rete televisiva.

Movimento 5 Stelle - Gli appartenenti al partito di Beppe Grillo possono ritenersi soddisfatti del risultato riscosso ad Agrigento per la chiusura della campagna elettorale. E poi c'è l'obbligo di dichiarare e rendicontare con bilanci e statuti il proprio ruolo svolto in enti pubblici e/o privati.

"Sono molto fiducioso. Loro ringhiano e vomitano bile, noi sorridiamo sempre", ha detto ancora Di Maio in quella che sembra una risposta indiretta alle polemiche sollevate dalla scelta di Cancelleri di un futuro assessore distintosi per l'uso di un linguaggio violento su Twitter nei confronti degli avversari politici.


Popolare

COLLEGARE