Corinaldo, bimbo cade in un pozzo e muore

Si è avvicinato troppo ad un pozzo che conteneva gli scarti di lavorazione delle olive cadendoci dentro. Come dimenticare il Alfredino Rampi.

Come avvenne per Vermicino quando l'Italia intera rimase incollata alla televisione sperando in un lieto fine che purtroppo non avvenne, i soccorritori hanno fatto di tutto per mettere in salvo il piccolo. Un soccorritore nel disperato tentativo di estrarlo vivo dal pozzo si è sentito male a causa delle esalazioni. Immediatamente sul posto è stato eseguito un tentativo di rianimazione prima di essere condotto al vicino ospedale di Senigallia, dove però il piccolo è morto alle 20:25 di ieri. I familiari avrebbero già raccontato la loro versione dei fatti fino al momento in cui il loro bambino di cinque anni si sia allontanato cadendo nel pozzo. Sono poi intervenuti i sommozzatori che sono riusciti a calarsi con le maschere anti gas per 4 metri ed hanno portato in superficie ancora vivo Florin.

Stando a quanto reso noto, per cause in corso di accertamento da parte dei carabinieri di Senigallia e Corinaldo, il piccolo è caduto e a nulla sono valsi i tentativi di farlo uscire.

Erano circa le 18.30 ed il bambino stava giocando quando, improvvisamente, è stato avvertito un tonfo ed una richiesta d'aiuto provenire da un pozzetto. Il pm che si occupa del caso deciderà in giornata se disporre o meno l'autopsia. Stesso dramma avvenuto ora a Corinaldo in provincia di Ancona.


Popolare

COLLEGARE