Corea Nord, Trump a Xi: 'Credo in soluzione, ma fare presto'

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Il magnate ha aggiunto che la Cina può risolvere rapidamente e facilmente il problema ma che bisogna "agire velocemente".

Tre organizzazioni statali cinesi, inoltre, hanno concluso un accordo per l'esplorazione dei giacimenti di gas naturale liquefatto in Alaska, secondo un'intesa che prevede investimenti per oltre 40 miliardi di dollari. Tra i beneficiari, Caterpillar, General Electric, Honeywell e Qualcomm.

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump, accompagnato dalla moglie Melania, è arrivato a Pechino, dove ha subito incontrato il presidente cinese Xi Jinping, appena rieletto alla guida del partito comunista e del Paese per altri cinque anni.

I dati, del resto, non sembrano dare segnali confortanti: il surplus cinese di ottobre verso gli Usa è di 26,6 miliardi (su 38,17 miliardi totali) e nei 10 mesi è intorno ai 223 miliardi. Trump è tornato ad ammonire la Corea del Nord: "È nostro dovere affrontare questa minaccia; più aspettiamo più il pericolo cresce e meno diventano le opzioni". A Seul la fitta nebbia ha impedito al suo 'Marine One' il blitz col presidente sudcoreano Moon Jae-in alla zona demilitarizzata (Dmz) che separa la penisola, ma il messaggio al Nord lo ha comunque lanciato nel discorso dinanzi all'Assemblea nazionale di Seul.

Durante la visita a Pechino si è parlato, come previsto, anche della Corea del Nord. E ha avvertito Pyongyang: non sottovalutateci. Ha menzionato esplicitamente Cina e Russia, chiedendo tra l'altro "la riduzione delle relazioni diplomatiche".


Popolare

COLLEGARE