Centrosinistra allargato, incontro "positivo" tra Pisapia e Fassino

"L'assemblea di Mdp - ha detto Fassino con ottimismo - ha semplicemente deciso di dare vita a un processo di fusione con Sinistra Italiana per far nascere una nuova forza di sinistra".

Poi, rivolto a Gori. l'ex sindaco di Milano ha aggiunto: "Tu sarai capace di unirci e guidarci noi saremo insieme a te".

"Consapevoli delle rilevanti difficoltà che si frappongono ad una piena ricostruzione di un rapporto con l'elettorato di centrosinistra, il confronto -sottolineano- proseguirà nei prossimi giorni con approfondimenti rigorosi e costruttivi, già a partire dall'iter parlamentare della legge di bilancio". Come diceva la tua collega: le porte sempre aperte. "Con Giuliano abbiamo discusso dei problemi che il Paese ha davanti e di come affrontarli" ha spiegato Fassino.

"Mi pare che oggi si sia fatto un passo significativo in avanti". Ma vogliamo dire a Fassino e Prodi, che il tempo è scaduto perché non ci sono ragioni politiche e culturali. Lo scrivono, in un comunicato congiunto, il leader di Campo progressista e l'incaricato del Pd per la verifica delle alleanze. Il segretario Nicola Fratoianni va subito al punto: "A chi ci chiede l'alleanza, a chi ci chiama gufi e rosiconi, minoritari e irrilevanti, a quelli che ci chiedono alleanza nel nome del voto utile, se qualcuno ci chiede un incontro lo facciamo". L'ipotesi, neanche a dirlo, è che questo garante possa essere Romano Prodi.

"Pensiamo che si debba affronteremo il tema di garantire al sistema sanitario strutturalmente le risorse per offrire ai cittadini le tutele che si aspettano, investire in formazione, e nella scuola perché questo è la ricchezza più grande che possiamo dare ai nostri figli". "Ci ripensino. Troviamo insieme il modo di non regalare il nostro Paese a chi l'ha rovinato tante volte". "Per me, si è fatto un passo importante e positivo", ha commentato il vicesegretario del Pd, Maurizio Martina.

"Costruiamo una nuova stagione del centrosinistra guardando avanti e non indietro".


Popolare

COLLEGARE