Celebrata anche a Catanzaro la festa delle Forze Armate e dell'Unità Nazionale

Stà nelle regole naturali e pluri-millenarie delle civiltà la necessità di avere questa auto-difesa, che essendo una struttura organizzata tende ad osservare un comportamento in linea con le disposizioni ricevute dai loro superiori, altrimenti non sarebbe un esercito ma una "banda di delinquenti".

Nella giornata la caserma del Comando Provinciale dei Carabinieri è aperta sino alle ore 13:00 con l'esposizione di alcuni mezzi in dotazione ai reparti territoriali e ai carabinieri forestale completi delle relative dotazioni. "Non bisogna lasciarsi sopraffare dalla paura, altrimenti diventa un ostacolo che impedisce di andare avanti".

Era abituale fin dai tempi più antichi e fino all'avvenuta del buonismo moderno, che nelle Sante Messe tra le raccomandazioni al Signore, ci fosse anche la "protezione del nostro esercito"; questo per sottolineare quanto fosse sentita l'importanza di avere delle persone professionali e preparate, che si occupassero di proteggere la famiglia, il paese e la Patria.

L'Arma dei Carabinieri di Cosenza, oltre a prendere parte alla cerimonia con Carabinieri in assetto formale inquadrati nei ranghi e militari in Grande Uniforme Storica, ha voluto l'evento con l'aperura ai cittadini, dalle ore 09.00 alle ore 12.00, delle Caserme di Cosenza ("Paolo Grippo"- Brigadiere dei Carabinieri Medaglia D'Argento al V.M. alla Memoria), San Marco Argentano, Castrovillari, Paola e Rende, dove sono stati allestiti stands espositivi con particolari cimeli storici.

Per questo 4 novembre esponiamo anche la bandiera della nostra Patria, quella del Friuli.

In occasione del 99° anniversario della Prima Guerra Mondiale, la Città di Settimo Torinese si è riunita nel centro storico per celebrare la ricorrenza dell'Unità Nazionale.

In piazza S.Magno, programma iniziato con l'alzabandiera (cliccare sull'immagine per visualizzare il video), dopo una analoga cerimonia svoltasi alla palazzina dell'Associarma di cosa Italia. Alle 16.15 al tempio Ossario, alla presenza del sindaco, si terrà un momento di preghiera per i caduti, preceduto alle 16 dalla deposizione della corona nella cripta del tempio.

La mattinata è iniziata al Cimitero di via Milano con la commemorazione dei caduti. Dopo i discorsi ufficiali delle autorità si procederà con l'ammainabandiera.


Popolare

COLLEGARE