Callejon prima di Napoli-City: "Paura di nessuno. Giochiamocela come fosse l'ultima"

Ecco il parere dell'allenatore partenopeo: "Se smetto di fare questo lavoro adesso non mi ricorderà nessuno perché non ho vinto niente".

Cosa resta della partita di andata: "C'è rimasta la consapevolezza di essere una squadra forte".

Cosa ha di più il campionato inglese rispetto a quello italiano? "Non so se sarà decisiva ma è sicuramente importantissima".

Alla vigilia della sfida tra Napoli e Manchester City, José Maria Callejon ha parlato in conferenza stampa: "Dovremo fare la stessa gara dell'andata, anche se non abbiamo iniziato come dovevamo, ma anche nel finale del primo tempo oltre alla ripresa si è visto che siamo forti e possiamo competere per loro".

"La Champions è preziosa come il campionato. Non penso che una squadra di Guardiola venga a Napoli per fare un calcio divesro, così come non lo faremo noi". La classifica dice che ci sono sei punti tra noi e loro, speriamo che domani non si vedano.

Il Napoli si prepara alla super sfida di Champions contro il Manchester City, in programma domani sera al San Paolo. Dovremo scendere in campo con la mentalità vita dalla mezz'ora in poi, sapendo che è una gara importante e ci giochiamo il girone. "In Champions è difficile giocare per tutte le squadre, ma all'andata abbiamo avuto risposte importanti nonostante la sconfitta", continua Callejon in sala stampa a Castel Volturno. E' vero che in campionato siamo lì e vogliamo giocarcelo, ma domani è fondamentale vincere per continuare a sperare nella qualificazione. Meglio il City o il Real Madrid dell'anno scorso?

"Sono dei cicli diversi, entrambe sono davvero forti". Poi bisogna capire che se siamo tornati in partita all'andata li abbiamo messi in difficoltà.

14,17 - Sarri: "Io non mi posso paragonare a Guardiola, lui è un maestro, poi non mi piace che mi diate del provinciale". Il City quando l'ho visto aveva quasi sempre vinto già al 30′, pure lì c'è un divario con le medio-piccole, ma economicamente il divario è inferiore a noi. Gli introiti televisivi sono quadrupli ed hanno più soldi di noi.

Sulle facce di c.o dell'andata - "Il man of the match?" Si, la pensiamo così, come se questa fosse l'ultima gara. "Spero che il San Paolo ci porti ad un impatto diverso". "Continuiamo a portare avanti la nostra filosofia di gioco, lavorando siamo convinti di poter arrivare lontano".


Popolare

COLLEGARE