Broadcom, offerta su Qualcomm La battaglia mondiale dei chip

C'è fermento nel mondo dei microchip: Broadcom ha ufficialmente lanciato un'Opa su Qualcomm. L'offerta di Broadcom arriva in una fase difficile per Qualcomm: l'azienda sta cercando di completare l'acquisizione, decisa nell'ottobre 2016, dell'olandese Nxp semiconductors, ha appena chiuso un trimestre deludente ed è alle prese con una battaglia legale con Apple, che sta preparando iphone e ipad senza le componenti del fornitore. Incluso il debito, l'offerta di Broadcom valuta la preda 130 miliardi di dollari. Ciò detto, Broadcom è in ottimi rapporti con Apple, dunque la possibile acquisizione del colosso di San Diego potrebbe definitivamente mettere la parola fine alla disputa tra le due società.

Le prime indiscrezioni in merito all'offerta sono iniziate a circolare già qualche giorno fa, ma fino ad oggi nessuna delle parti in causa aveva confermato o smentito quanto ipotizzato. In particolare, Broadcom propone alla rivale californiana 70$ per ogni azione (il 28% in più rispetto al prezzo delle azioni il 2 novembre), divisi in 60$ contanti e 10$ in quote dell'azienda: nel caso in cui Qualcomm accettasse l'offerta, sarebbe la più grande acquisizione nella storia del settore. A queste cifre, la capitalizzazione di mercato di Qualcomm sale a 103,2 miliardi di dollari. Un accordo di questo tipo consentirebbe a Broadcom - che ricordiamo essere il più grande produttore di chip Wi-Fi al mondo - di acquisire Qualcomm, il più grande produttore di modem, dando vita al terzo chimaker al mondo dopo Intel e Samsung.


Popolare

COLLEGARE