Bologna-Crotone 2-3: Verdi fa il fenomeno su punizione, Budimir risponde

Nessuna novità nell'undici iniziale schierato da Davide Nicola. Replica calabrese al 42′, con Budimir che insacca in tap-in su deviazione corta di Da Costa.

Corsaro un grande Crotone a Bologna. Verdi protagonista del primo tempo, per poi cedere lo scettro a Budimir. A nulla è valsa dunque la splendida doppietta di Verdi su calcio di punizione, con destro e sinistro, per un Bologna che non guadagna punti e resta a quota 14. Poli avrebbe la chance per raddoppiare avventandosi su un cross di Palacio respinto da Nalini ma conclude a lato e così il Crotone pareggia, un rimpallo su Crisetig libera Trotta il cui destro è respinto da un bell'intervento di da Costa ma Ante Budimir ribadisce in rete. Prima dell'intervallo, nuovo vantaggio bolognese: sempre Verdi, sempre su punizione, 2-1. Nicola punta tutto sulla coppia Trotta-Budimir, Nalini e Stoian invece sono gli esterni di centrocampo, deputati a svolgere doppio lavoro, dare manforte agli attaccanti e ripiegare in fase di non possesso palla sulla linea dei centrocampisti. La squadra di Donadoni, alla quarta sconfitta in fila, passa due volte in vantaggio con altrettante magie su punizione di Verdi, ma gli ospiti rimontano con la doppietta di Budimir e con il calcio di rigore di Trotta assegnato dal Var, seppur al termine di una consultazione durata quasi 3 minuti. Entra in campo Destro, poi anche Falletti, classica mossa della disperazione, ma il Bologna pecca di lucidità negli ultimi sedici metri ed infatti si limita a far circolare fuori dal perimetro dell'area rigore avversaria.

Dopo cinque minuti e mezzo di recupero il triplice fischio di Pasqua fa partire la festa sulla panchina del Crotone: era da maggio che non arrivavano due vittorie consecutive e questo permette di allontanarsi ulteriormente dalla zona retrocessione.

Marcatori: Verdi, Budimir, Verdi, rig. Donadoni allora le prova tutte: Destro e Falletti per Donsah e Masina. A disposizione: Santurro, Ravaglia, Nagy, De Maio, Petković, Taider, Mbaye, Maietta, Okonkwo.


Popolare

COLLEGARE