Addio da vincente: Livio Suppo lascia la Honda

POKER DI MONDIALI La crescita definitiva l'ha ottenuta, però, quest'anno: già ad inizio stagione, infatti, Marquez ha capito che avrebbe dovuto fare diversamente per riuscire a battere i suoi avversari, Vinales e Dovizioso in primis. Tra i rookie dell'anno ci sarà anche Takaaki Nakagami, nuovo pilota del team LCR, mentre non sarà presente in pista causa infortunio Thomas Luthi (EG 0,0 Marc VDS).

Nemmeno il tempo di festeggiare la tripletta di titoli (piloti, costruttori, team) in questo 2017 che in casa Honda Repsol arriva l'inaspettata doccia fredda: Livio Suppo, il team manager torinese artefice dei successi del team negli ultimi 6 anni (2011-2017) lascia la squadra ed il mondo delle corse dopo aver festeggiato il titolo di Marc Marquez appena 24 ore prima.

SUPPO LASCIA HONDA - Livio Suppo lascia il suo ruolo di Team Principal della Repsol Honda Team Principal e lascia la società.

"Ho preso la decisione di lasciare Honda", ha esordito Suppo, spiegando: "Non è certo una decisione facile dopo 22 anni in questo paddock".

Queste le sue parole dopo una breve conferenza stampa: "E' stato un vero onore lavorare per HRC in questi 8 anni, una grande esperienza umana e professionale e sarò sempre grato ad HRC per avermi chiesto di farne parte". Quindi, un messaggio di augurio per la HRC: "Hanno due piloti fantastici, ingegneri bravissimi e sono sicuro che continueranno ad essere molto forti". Credo che sia una decisione presa al momento giusto, perché HRC ha tutto sotto controllo, con un occhio al futuro. Con la Honda abbiamo vinto tanto e vissuto bellissimi momenti ma quello più speciale in assoluto della mia carriera resta il titolo vinto nel 2007 con la Ducati e Casey Stoner perché fu un progetto speciale e quasi rivoluzionario. Ora farò un po' di vacanze, poi voglio dedicare più tempo a me stesso e alla mia famiglia perché mi serve uno stacco. Una decisione che lascia di stucco: Suppo si dedicherà ad altri incarichi ancora sconosciuti.


Popolare

COLLEGARE