Week end con le Orionidi, le stelle cadenti d'autunno

Le stelle cadenti sono dei minuscoli granelli spaziali che stazionano nell'Universo e che quando incontrato l'atmosfera terrestre si incendiano, provocando una scia luminosa. Sì, non è una bestialità o una fake news ma è quanto avverrà questa notte con la pioggia di Meteore Orionidi che attraversano il nostro cielo in uno spettacolo astronomico molto "exciting" direbbero d'oltre Oceano.

Il 18 ottobre 1864 Alexander Stewart Herschel fu il primo a condurre un'osservazione attenta dello sciame, confermando, il 20 ottobre seguente, che la pioggia si originava da Orione. Nella notte tra il 21 e il 22 ottobre potrete esprimere desideri osservando il cielo e la sua pioggia di stelle, grazie al passaggio delle Orionidi, uno degli sciami principali di questo periodo dell'anno.

Stelle cadenti in Autunno?

La cometa di Halley è passata l'ultima volta vicino al Sole nel 1986 e il suo nuovo passaggio accanto alla stella che ci illumina avrà luogo nel 2061: il fenomeno delle stelle cadenti si verifica quando la Terra incrocia nella sua orbita la scia di detriti della cometa.

Dopo la mezzanotte sarà il momento migliore per vedere lo spettacolo della "pioggia di meteore" visto che il radiante - il punto da cui hanno origine - sarà alto all'orizzonte e potrà dunque essere rintracciato più facilmente, esattamente come avviene durante la Notte di San Lorenzo del 10 di agosto. La regola d'oro, naturalmente, è sempre quella di allontanarsi dalle luci delle città e, come sempre accade per le stelle cadenti, lo strumento più efficiente per ammirarle è l'occhio umano.

Secondo l'Unione astrofili italiani, se ne potranno osservare più di 30 all'ora.


Popolare

COLLEGARE