Warren Buffett alla scalata di Cattolica Assicurazioni

Se è finita nel mirino di Warren Buffett, deve essere per forza un buon investimento. In apertura le azioni della compagnia non sono riuscite a fare prezzo per poi entrare nelle contrattazioni con un balzo di oltre il 20% e assestarsi, al momento, ad un+18%, con un valore di 8,6 euro per azione.

La Bekshire Hathaway holding finanziaria multi-portafoglio del miliardario americano Warren Buffet, ha acquistato ieri per 115,9 milioni di euro il 9% di Cattolica rilevando la quota in liquidazione di Banca Popolare di Vicenza. Precedentemente la Banca aveva piazzato sul mercato, con un private placement, un altro 6% di Cattolica a circa 7,2 euro per azione.

L'operazione è avvenuta con un'offerta presentata autonomamente dalla stessa Berkshire Hathaway che i commissari liquidatori hanno valutato positivamente e accettato.

A questo punto, Buffett diventa il principale azionista del gruppo assicurativo. Per Mediobanca, l'acquisto di una quota cosi' ampia nella societa' assicurativa con uno statuto cooperativo e senza che ci sia un'attesa imminente di cambiamento in questo senso, dimostra la fiducia nel management attuale. Norges Bank, invece, ha poco meno del 3%. "Tenuto conto dell'ottica di lungo periodo con cui l'assicurazione Usa gestisce i propri investimenti - scrivono gli analisti di Equita - il deal è molto positivo perchè rimuove il potenziale overhang su Cattolica e crea anche un certo appeal speculativo, anche se dubitiamo che Cattolica pensi alla trasformazione in Spa".


Popolare

COLLEGARE