Torino-Roma, Kolarov: "Qui sono stato accolto benissimo". E sullo scudetto…

Per il serbo ex Lazio si tratta del secondo goal consecutivo dopo quello spettacolare in Champions nonché secondo in campionato, dopo quello della prima giornata, anche allora su punizione e decisivo. Lavoriamo sotto traccia e io mi godo la crescita della mia squadra che inizia ad essere importante. Oggi era difficile giocare dopo 3-4 giorni, specialmente contro il Torino che è un'ottima squadra.

"A Bergamo abbiamo vinto producendo poco, se è vero che è importante vincere le partite sporche posso dire che in questo ambiente non sono contenti quando accade". Continuiamo così, abbiamo reso tutti partecipi alla causa e questa è la cosa più importante. Il Torino veniva da 2 risultati negativi, voleva vincere.

Classifica che si fa interessante in Serie A con tante squadre che galleggiano a metà classifica, a cominciare dal Milan che in casa pareggia 0-0 con il Genoa restando in 10 nel primo tempo a causa dell'espulsione di Bonucci per rosso diretto. In teoria ci sarebbe anche Castan, un altro sinistro, fin qui mai preso in considerazione, o l'ipotesi De Rossi (con la conferma di Gonalons in regia), ma il messicano sembra in vantaggio.

"La Roma c'era prima, c'è adesso e ci sarà anche tra dieci giornate".

La gara odierna ha visto l'esordio di Moreno. A volte lui rimaneva così ma se recuperiamo la palla siamo più vicini alla loro parte.

Come fai a gestirti in questo modo e migliorarti? "Hector ha fatto bene come tutti, e dobbiamo continuare così". "Bisogna stare con i piedi per terra". Lo conosco da 15 anni, c'è un ottimo rapporto.


Popolare

COLLEGARE