Scuola. Novità per l'Esame di terza media, ecco come cambierà

Il decreto modificativo dell'esame della scuola secondaria di primo grado punta su una maggiore valorizzazione del percorso affrontato dagli studenti durante il triennio di studi. La partecipazione alle prove Invalsi diventa requisito d'ammissione all'Esame, ma non incide sulla votazione finale, lo svolgimento è anticipato ad aprile e a Italiano e Matematica si aggiunge l'Inglese. Nuova struttura per le prove scritte. Il decreto ministeriale fornisce anche il modello nazionale di certificazione delle competenze, risultato della sperimentazione già condotta da circa 2.700 scuole. Ecco, come riporta il sito Skuola.net, il nuovo esame di terza media, punto per punto. Parametri che saranno resi pubblici e inseriti nel Piano triennale dell'offerta formativa. Questo non per rendere impossibile la bocciatura, ma perché chiediamo alle scuole di attivare specifiche strategie di miglioramento per sostenere il raggiungimento dei necessari livelli di apprendimento da parte degli alunni più deboli. La norma che prevedeva la non ammissione alla classe successiva per chi conseguiva un voto di comportamento inferiore a 6/10 è abrogata.

Saranno otto le competenze certificate dalle scuole: comunicazione nella madrelingua, comunicazione nella lingua straniera, competenza matematica e competenze di base in scienza e tecnologia, competenze digitali, capacità di imparare ad imparare (intesa come autonomia negli apprendimenti), competenze sociali e civiche, spirito di iniziativa, consapevolezza ed espressione culturale. Alle scuole verrà fornito, per la prima volta, un modello unico nazionale di certificazione, che sarà accompagnato anche da una sezione a cura dell'Invalsi con la descrizione dei livelli conseguiti nelle Prove nazionali.

Tutti i diritti di utilizzazione economica previsti dalla legge n. 633/1941 sui testi da Lei concepiti ed elaborati ed a noi inviati per la pubblicazione, vengono da Lei ceduti in via esclusiva e definitiva alla nostra società, che avrà pertanto ogni più ampio diritto di utilizzare detti testi, ivi compreso - a titolo esemplificativo - il diritto di riprodurre, pubblicare, diffondere a mezzo stampa e/o con ogni altro tipo di supporto o mezzo e comunque in ogni forma o modo, anche se attualmente non esistenti, sui propri mezzi, nonché di cedere a terzi tali diritti, senza corrispettivo in Suo favore. Obiettivo finale delle prove sarà quello di fotografare il livello di competenza dei ragazzi per avere spunti concreti per migliorare il sistema scolastico. Il Sole 24 ORE si riserva di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l'ora e indirizzo IP del computer da cui vengono pubblicati i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Entro ottobre le scuole riceveranno le informazioni necessarie per lo svolgimento delle prove al computer.

Serviranno all'ammissione agli esami almeno tre quarti del monte ore previsto nell'anno scolastico oltre naturalmente alla partecipazione alle prove Invalsi. Nel caso in cui l'alunna o l'alunno non abbiano raggiunto i livelli minimi di apprendimento necessari per accedere all'Esame, il consiglio di classe potrà deliberare, a maggioranza e con adeguata motivazione, la non ammissione.

Il compito d'italiano verificherà la padronanza della lingua, la capacità di espressione personale, la coerente e organica esposizione del pensiero da parte delle alunne e degli alunni. Le tracce dovranno comprendere un testo narrativo o descrittivo; un testo argomentativo, che consenta l'esposizione di riflessioni personali; una traccia di comprensione e sintesi di un testo letterario, divulgativo, scientifico anche attraverso richieste di riformulazione. La prova potrà essere strutturata anche in più parti, mixando le tre diverse tipologie. Per la prova di matematica sono previsti problemi e quesiti a risposta aperta e si potrà richiedere anche qualche elaborazione di dati richiedenti analisi e metodologie. Nell'ultima classe è stata però introdotta una prova in inglese. Le prove INVALSI sono strutturate in vari test standardizzati che vanno dalla comprensione del testo alla risoluzione di problemi. Le competenze relative a cittadinanza e Costituzione saranno valorizzate nel corso della prova orale.


Popolare

COLLEGARE