Roma, Pellegrini: "Con il Napoli ci sarò, Di Francesco fondamentale per me"

"Voglia di segnare? Speriamo che il primo gol arrivi contro il Napoli, mi piacerebbe segnare il primo gol all'Olimpico, io ci provo sempre".

Pellegrini conosce Di Francesco già dai tempi del Sassuolo: "Per me è stato importantissimo, mi ha aiutato molto, ho ha fatto capire che non ci si deve mai accontentare". Siamo una squadra, un bel gruppo in cui si può continuare a lavorare e crescere. Il centrocampista azzurro riconosce perfettamente l'importanza della sfida che sabato sera attende la Roma: "Sarà uno scontro diretto e noi scenderemo in campo con delle certezze precise. Dobbiamo continuare così per vincere col Napoli e per affrontare al meglio la gara di Champions con Chelsea". Se poi aggiungiamo il carico che queste notizie confortanti possono produrre su un uomo pieno di pressioni, ma anche di ambizioni, come Di Francesco, che con la Roma sta capendo come lavorare in silenzio non sia possibile, tutto si inquadra in un prezioso mosaico di positività. Ero partito per Cesena con la squadra, salendo dalla Primavera, la rifinitura era andata molto bene e il mister mi disse che era molto contento, però non mi aspettavo di esordire. "Una giornata che rimarra' impressa nella mia mente per sempre, sono cose che si ricordano per tutta la carriera e per tutta la vita". Non bisogna mai accontentarsi. Invece abbiamo dimostrato che siamo li'. Daniele De Rossi, anche per la mia famiglia, è sempre stato un punto di riferimento. Era bello vederlo giocare perché dava gioia e serenità.

Parliamo spesso, lui mi dice che a volte sono troppo frettoloso nell'andare in avanti mentre sto capendo che è importante anche gestire per trovare la giusta palla. Lo spareggio della Nazionale? Le gare di novembre saranno importantissime. Saremo di fronte alla tv per vedere i sorteggi. Andare al Mondiale con De Rossi e Florenzi? Saremo molto attaccati a questa cosa. Siamo tre ragazzi di Roma, sarebbe stupendo.


Popolare

COLLEGARE