Referendum: seggi aperti in Lombardia, al debutto voto elettronico

Per capire come si vota al Referendum per l'Autonomia di Lombardia e Veneto occorre fugare subito un dubbio che ha alimentato la vigilia del voto del 22 ottobre 2017: è un referendum consultivo, dunque non vi sono quorum "restrittivi" quantomeno in Lombardia, mentre in Veneto il quorum è comunque previsto dal regolamento regionale.

Più o meno 50 milioni di euro.

Per quanto riguarda invece la Regione Lombardia, il referendum consultivo per l'Autonomia vede una formula più ampia e sarà sottoposta ad un voto elettronico tramite un'apparecchiatura innovativa (una via di mezzo tra un tablet e un pc) che per la prima volta in Italia testerà la possibilità di una votazione telematica: ecco invece il testo integrale, "Volete voi che la Regione Lombardia, in considerazione della sua specialità, nel quadro dell'unità nazionale, intraprenda le iniziative istituzionali necessarie per richiedere allo Stato l'attribuzione di ulteriori forme e condizioni particolari di autonomia, con le relative risorse, ai sensi e per gli effetti di cui all'articolo 116, terzo comma, della Costituzione e con riferimento a ogni materia legislativa per cui tale procedimento sia ammesso in base all'articolo richiamato?". In Lombardia non è previsto quorum e si guarderà soltanto al numero dei pareri favorevoli e contrari. Lo schermo riprodurrà il quesito e tre caselle con 'Si', 'No' e 'Bianca': toccando una delle tre caselle comparirà la croce - con la possibilità di cambiare idea e toccare un'altra casella -, poi la scritta 'Vota', premendo la quale sarà come aver depositato la scheda nell'urna. L'obiettivo dichiarato dal governatore Roberto Maroni è di raggiungere la soglia del 34 per cento dei votanti, "l'affluenza con cui nel 2001 - ha spiegato -. venne approvata la riforma costituzionale fatta dalla sinistra e presentata come la grande riforma federalista, che noi vogliamo attuare". In totale si tratta di 7.897.056 di elettori, suddivisi in 1.523 Comuni. SI, NO o scheda bianca. Selezionando "vota" la procedura sarà conclusa: selezionando "cambia" gli elettori potranno tornare alla schermata precedente e cambiare la propria scelta soltanto una volta. In tutto sono 24.700 le voting machine distribuite nelle 9.224 sezioni della Lombardia. Da parte di Smartmatic, la compagnia che ha vinto il bando, però smentisce. Per evitare il rischio di attacchi informatici o blackout, i tablet non saranno collegati a Internet né alla corrente elettrica. I nostri tecnici comunali stanno facendo il possibile nel tentativo di risolvere le criticità e avere risposte che da Palazzo Lombardia tardano ad arrivare": "a raccontare cosa è successo ieri durante il test dei tablet da utilizzare per il referendum per l'autonomia di Veneto e Lombardia è Paolo Micheli, sindaco PD di Segrate. Complessivamente sono 130 gli operatori dell'informazione accreditati. Il servizio e' attivo sabato 21 ottobre dalle 8.00 alle 20.00 e domenica 22 ottobre dalle 7.00 alle 24.00). Sono previste dirette televisive dalla sala stampa da parte di Rai, Mediaset, Sky e La7 e sui principali siti online dei quotidiani nazionali.

Contestualmente al Referendum per l'Autonomia, domani 17 Comuni lombardi sono interessati dallo svolgimento di 6 referendum di fusione. In provincia di Lodi: Camairago e Cavacurta.


Popolare

COLLEGARE