Pescara, una sconfitta meritata

Pescara - Cittadella è in programma domenica alle 12,30.

Che la giornata non fosse delle migliori lo si era d'altra parte capito subito: dopo appena trenta secondi, su un cross da calcio d'angolo, il centrale ospite Davide Adorni saltava indisturbato in area, a schiacciare di testa lo 0-1 per i veneti. Blanda la reazione dei padroni di casa, che al 18' subiscono in contropiede il gol del raddoppio siglato da Siega.

Ecco il commento di Zeman sul match alla sua vigilia: "Il Cittadella è una squadra che gioca di rimessa: se ci allunghiamo per noi diventerà difficile". I biancazzurri riaprono la sfida al minuto 37 su calcio di rigore concesso causa fallo di Salvi su Mazzotta e realizzato da Benali. Prima dell'intervallo è stato tuttavia il Cittadella a sfiorare la rete, con due occasioni capitate sui piedi di Kouame e sventate da Bovo, al 39°, e da Pigliacelli, al 41°. Il Tombolato nell'ultima stagione ha vissuto un'annata felice, piena di soddisfazioni visto il sesto posto in cadetteria dopo un anno di Lega Pro, smaltito con una promozione istantanea. L'allenatore è rimasto sempre quello, tale Roberto Venturato, che della scorsa stagione ha interiorizzato la consapevolezza dei limiti del suo gruppo; al contempo ha capito le possibilità di risultati legati alla sua squadra in un torneo dalle statistiche imprevedibili.

La gioia per essere diventato padre, la delusione per la sconfitta, queste le parole di Benali a margine della partita contro il Cittadella: "Dobbiamo crescere, loro chi hanno messo in difficoltà".

A disposizione: Baleari, Litteri, Caccin, Pasa, Camigliano, Bizzotto.


Popolare

COLLEGARE