Nuoto: Federica Pellegrini e l'ultimo oro mancante

Ieri il presidente federale Paolo Barelli ha invitato "tutti i tesserati ad astenersi da ogni ulteriore intervento in materia, specie quando di chiara natura offensiva che ha già generato una escalation di volgarità incontrollate". Il riferimento è ad alcune pesanti allusioni fatte da Tommaso Morini, figlio di Stefano Morini che attualmente allena Gregorio Paltrinieri e Gabriele Detti, in un post su facebook poi rimosso. Il ministro dello Sport non commenta, lascia la libertà sui social: "è giusto che ciascuno si esprima come vuole". Questo è un aspetto che riguarda tutti gli sport, magari prevedendo che possa vincere qualcun altro dopo una, due, tre volte. Fermo restando che chi ha votato lo ha fatto con onestà intellettuale. Lo scontro dialettico e mediatico avuto da Federica Pellegrini e Gregorio Paltrinieri, sul riconoscimento assegnato per il quarto anno consecutivo a Stefano Morini, ed i coinvolgimenti "maldestri" di Morini junior, gli insulti sessisti, la querela e l'inchiesta aperta dalla FIN, ha portato anche il presidente del Coni Giovanni Malagò ad esprimere la sua posizione sull'accaduto. Morini jr.si è scusato affermando di aver agito preso dalla rabbia per gli attacchi al padre e sostenendo di aver telefonato al coach della Pellegrini, Matteo Giunta, e di essere pronto a farlo anche con la Divina: come dire, al momento una chiamata diretta non c'è stata.

"Capisco il desiderio di sostenere gli indubbi meriti del proprio tecnico, ma non lo si deve fare screditando il lavoro degli altri", ha ribattuto ancora Greg, "Federica è brava, è forte, ma ripeto, si tratta di un premio, non è niente di che, non doveva prenderla sul personale, su queste cose bisognerebbe volare alto". 'Certo quando vieni stipendiato di brutto da qualcuno sei obbligato a dire certe cose.


Popolare

COLLEGARE