"Non era uno stupro": scarcerato il tassista abusivo arrestato sabato a Milano

Come racconta uno di quelli corsi in soccorso della giovane, "Mi sono affacciata e ho visto che qualcuno si era già avvicinato all'auto, aveva capito cosa stava accadendo ed era corso a prendere chi una mazza, chi un martello". Il fermo era stato richiesto dal pm Sergio Spadaro, che però non ha chiesto la convalida del provvedimento né la misura cautelare a carico del tassista abusivo.

Una nuova vicenda di cronaca si aggiunge al triste elenco di violenze sessuali di cui le donne sono spesso vittime nelle città. Secondo quanto riportato da Repubblica e da indiscrezioni emerse da ambienti giudiziari milanesi, i due avrebbero avuto un rapporto consenziente, senza nessuna costrizione da parte dell'uomo.

La lite, stando a quanto emerge, sarebbe scaturita da un video girato dalla ragazza: una ripresa del rapporto sessuale appena avuto. Lei ha raccontato di aver passato la notte in discoteca, in un locale nella zona est di Milano e che uscendo, intontita un po' dalla musica e dall'alcol, era salita sull'auto. La malcapitata è stata quindi soccorsa da un'ambulanza e accompagnata alla clinica Mangiagalli mentre la Polizia, anche grazie alle testimonianze degli residenti intervenuti e alle immagini delle telecamere, è stata in grado di risalire al fuggitivo ed arrestarlo poco dopo.

Arrivati nel quartiere di Quarto Oggiaro, l'uomo ha tentato di violentare la ragazza, ma la vittima è riuscita a suonare il clacson dell'auto attirando l'attenzione degli abitanti. A finire in manette in manette a Milano, nella zona di Quarto Oggiaro, è stato un sudamericano 50enne, bloccato dopo una breve fuga nelle prime ore di sabato 30 settembre. Al suo interno, un uomo stava cercando di tenere ferma una ragazza. Accorsi per aiutare la ragazza, alcuni abitanti hanno picchiato l'aggressore, che è riuscito a mettere in moto e fuggire, lasciando lì la donna. Resta comunque indagato con l'accusa di violenza sessuale.


Popolare

COLLEGARE