Nobel Pace a campagna antinucleare

Poi, sollecitata esplicitamente sulle politiche del presidente americano Trump, nei confronti della Corea del Nord, ha detto che "non si può minacciare di uccidere milioni di persone con il pretesto della sicurezza". Questo premio accende una luce necessaria sul percorso offerto dal trattato verso un mondo libero dalle armi nucleari. Ma il più grande successo dell'Ican è sicuramente l'approvazione da parte dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite del trattato per la messa al bando delle armi nucleari, votato da 122 Stati il 7 luglio 2017. Le armi nucleari costituiscono una minaccia costante per l'umanità e per tutta la vita sulla terra.

La comunità internazionale ha adottato bandi contro le mine, le munizioni a frammentazione, le armi chimiche e biologiche.

Forse anche per questo, quest'anno, l'Accademia ha deciso di giocare sul sicuro. Importante tale riconoscimento, soprattutto per la situazione internazionale attuale, che vive con lo spettro di una guerra nucleare. La coalizione è impegnata a cooperare con tutte le parti interessate nell'azione di stigmatizzare, proibire ed eliminare le armi nucleari.

Per contrastare riarmo nucleare l'Onu ha creato l'Ican, la Campagna internazionale per l'abolizione delle armi nucleari che raccoglie oltre 468 gruppi di 101 paesi diversi. Il prossimo sforzo, ha aggiunto, deve "riguardare gli Stati che hanno l'atomica".

Il premio arriva, non a caso, in uno dei momenti di maggior tensione tra Stati Uniti e Corea del Nord sull'uso di armi a testata nucleare.

In Italia aderiscono Senzatomica e Rete Disarmo. Se mai ci fosse un momento in cui le nazioni dichiarino la loro inequivocabile opposizione alle armi nucleari, quel momento è adesso.

Qualche informazione a livello tematico doveva essere miracolosamente trapelata dalla commissione norvegese del Nobel per la Pace visto che questa mattina i siti di scommesse accettavano a 1.75 il Nobel a Federica Mogherini e Javad Zarif, artefici dell'accordo ONU/Iran sul nucleare. ICAN lavora vigorosamente per ottenere il disarmo nucleare.

Il Nobel per la pace "è un messaggio agli Stati che hanno armi nucleari", commenta il direttore dell'Ican Beatrice Fihn.


Popolare

COLLEGARE