Napoli, Koulibaly: "Sarri un genio. Juventus? Ha i soldi..." 12 12-10

"Benitez mi ha aiutato, Sarri mi ha riscoperto", parola di Kalidou Koulibaly.

Sarri un genio: "Vede cose che altri non vedono". E' uno studioso. Qualsiasi domanda tu gli faccia, lui ha sempre una risposta. "La Roma è una squadra forte che ha speso molto sul mercato e che ha giocatori di grande valore come Dzeko e Nainggolan".

"Proprio oggi [ieri per chi legge, n.d.a] mi ha fatto vedere un video con miei errori, così mi aiuta a migliorare". Quando è arrivato mi ha detto: 'Se fai come ti dico diventerai un grandissimo'. Il francese è la mia lingua, quella che ho imparato a scuola, ma io ho sempre vissuto a contatto con persone del Senegal, sono cresciuto con una doppia cultura. "Con Sarri il calcio e' matematica". Sabato non sara' un duello tra me e lui, e' una partita tra Roma e Napoli. Ma Koulibaly è determinato: "Ora conta solo battere la Roma. Tutto. Faceva il terzino, un calciatore straordinario". Con loro ho cominciato a giocare al calcio, per strada. Non ne sono affatto pentito, perché mi sento senegalese.

Elogi, sì. Ma forse questa volta Kaoulibaly ha un po' esagerato.

Sulla scelta del Senegal al posto della Francia: "Perché le porte erano più aperte e mi sono lanciato". Noi più forti in Italia?

Il difensore dimostra di aver assimilato tutti i crismi della napoletanità, soprattutto per quanto riguarda la rivalità con la Juventus: "Hanno una storia diversa, hanno i soldi e comprano grandi calciatori". Sarà un bel campionato. "Non lo so, ma mi diverto a giocare qua". Anzi, una semplice battuta: "Penso a un fuoriclasse".


Popolare

COLLEGARE