MotoGp Australia (Phillip Island) griglia partenza: Marquez-pole, Valentino Rossi 7°

Il pilota della Honda, leader del mondiale, ha preceduto le Yamaha di Maverick Vinales e Johann Zarco.

Andrea Iannone è arrivato a Phillip Island in ottima forma e, sfruttando spesso la scia di Marquez, ha portato la Suzuki ad aprire la seconda fila, davanti a Jack Miller (medaglia al valore per l'australiano della Honda, operato meno di tre settimane fa alla tibia destra) e Pol Espargaro (KTM).

Rossi, costretto alla Q1 dove si qualifica primo, chiude le ufficiali in crescita, ma comunque non va oltre il settimo posto. Dovrà inseguire Andrea Dovizioso (Ducati), secondo nella classifica iridata, che ha ottenuto solo l'11/o tempo e scatterà dalla quarta fila. "Sono riuscito a correre un bel giro molto presto, ma dopo mi sono trovato al limite in ingresso curva". Dovizioso si è avvicinato ed è sempre il più pericoloso, ma guardo anche a Vinales che non è troppo lontano. La cosa più importante è cercare di finire sul podio e soprattutto davanti a Dovi. "Buono che Marquez ha messo la morbida alla fine e non ha fatto ancora un tempone, vuol dire che siamo abbastanza veloci anche noi", ha concluso il ducatista.

ROSSI - "Purtroppo non sono veloce come lo scorso anno. Siamo però tornati qui molto più preparati che otto mesi fa e quindi dobbiamo continuare a dare il massimo per migliorare". Speriamo che il tempo domani alle quattro (ora locale della partenza della gara in MotoGp, ndr) sia come oggi e che potremo correre con le gomme slick.


Popolare

COLLEGARE