Milano, mandragora negli spinaci: Bonduelle ritira lotto di Millefoglie

Il padre famiglia 60enne, che è ancora ricoverato, e la sua famiglia avrebbero mangiato spinaci surgelati di Bonduelle, nota e importante marca di prodotti, venduti in un supermercato altrettanto conosciuto. Il Ministero della Salute ha segnalato la necessità del ritiro del prodotto e l'azienda ha quindi provveduto a richiamare dagli scaffali le confezioni incriminate dalla sospetta contaminazione di foglie di mandragora, un'erba che si trova nei nostri campi in autunno, simile alla borragine, ma che è tossica per l'uomo perché contiene alcaloidi psicoattivi. La mandragora, appunto, una pianta che nell'antichità era considerata afrodisiaca e, nel Medioevo, magica. "In stretto raccordo con gli uffici di Prevenzione dell'assessorato alla Sanità sono state avviate le procedure del sistema di allerta alimentare sia a livello regionale sia nazionale, anche tramite apposita segnalazione al Ministero della Salute".

Sono finiti in ospedale per avere mangiato spinaci che provocavano allucinazioni. "Bonduelle - ha aggiunto - sta conducendo il richiamo di alcuni lotti del prodotto 'Spinaci Millefoglie Bonduelle' come misura precauzionale". Vediamo di seguito quale lotto è stato interessato dal ritiro.

Rischio intossicazione alimentare a causa della mandragora, erba velenosa che ha spinto Bonduelle a richiamare e togliere dal mercato un intero lotto di spinaci millefoglie surgelati (confezioni da 750 grammi), distribuito in diversi supermercati del Nord Italia.

La pianta velenosa, resa famosa da Machiavelli nell'omonima commedia, fa parte della famiglia delle solanacee: la stessa a cui appartengono il tabacco e la patata, giusto per citare due specie diffuse e destinate a utilizzi differenti.


Popolare

COLLEGARE