Manovra, spuntano le detrazioni fiscali per i pendolari fino a 250 euro

Come già previsto nelle bozze, nel testo finale non rientrano gli immobili "non residenziali": rimangono quindi esclusi uffici e negozi. La conseguenza è che si potrà percepire il bonus in misura piena fino a 24.600 euro di reddito complessivo e non più 24.000. Tra le misure, vengono destinati 10 milioni di contributo straordinario per l'Aquila e 2 milioni agli altri comuni del cratere. Nella manovra anche una proroga al 2018 per le concessioni delle sale scommesse, in attesa di una gara che si dovrebbe svolgere entro settembre. Facilitazioni anche sui mutui per la ricostruzione. Confermato l'aumento delle accise dal 2019.

Non sarà stabilizzata, ma arriva una proroga di due anni per la cedolare secca al 10% che si applica sui contratti concordati. Il testo finale della Legge di Bilancio 'corregge´ su questo punto le bozze circolate nei giorni scorsi che prevedevano invece una stabilizzazione a regime di questo meccanismo.

L'aumento dell'Iva nel 2018 viene neutralizzato, ma l'aggravio viene rimandato e rimodulato a partire dal 2019. Di fatto, le "clausole di salvaguardia" rimangono per gli anni 2019 e eseguenti. In particolare, l'aliquota Iva al 10% salirà di 1,5 punti percentuali dal 2019 e di altri 1,5 punti dal 2020, mentre quella al 22% aumenterà di 2,2 punti percentuali dal 2019, di ulteriori 0,7 punti percentuali dal 2020 e di 0,1 punti dal 2021.

Rinviata di 1 anno anche l'Iri, l'imposta al 24% sul reddito per le ditte individuali e per le società di persona a contabilità ordinaria, che doveva valere dal 2017, quindi sulle prossime dichiarazioni dei redditi. Lo prevede il testo della legge di bilancio in base al quale con decreto del ministro dell'Interno, di concerto con il ministro dell'Economia, sono definiti i criteri e le modalità di riparto del fondo, attribuendo priorità agli enti con popolazione residente fino a 15mila abitanti.

Detrazioni fino a 250 euro per le spese d'abbonamento di trasporti pubblici locali, regionali e interregionali. Previste anche erogazioni e rimborsi per i dipendenti, da parte del datore di lavoro, per l'acquisto di abbonamenti di bus o treni per il lavoratore stesso o i familiari. Conferma per il bonus permanente per l'assunzione di giovani under 30: vale per il solo 2018 anche per i contratti stabili a chi non ha ancora compiuto 35 anni. Nel testo finale della Manovra si prevede uno sgravio del 50% dei contributi con tetto a 3mila euro per 3 anni, che scendono a 1 solo anno in caso di trasformazione a tempo indeterminato di un contratto di apprendistato. Il bonus è "portabile" senza limiti di età e sale al 100% per l'assunzione dall'alternanza scuola-lavoro.

Tra le misure accessorie, la Manovra introduce l'Agenzia Nazionale per la Meteorologia, che sarà chiamata ItaliaMeteo.

FAMIGLIA - E' poi istituito un fondo da destinare a interventi per le politiche della famiglia con una dotazione di 100 mln di euro annui a decorrere dall'anno 2018.

Arriva anche la proroga di un anno per il bonus energia e per quelli relativi alle ristrutturazioni energetiche e all'acquisto di mobili. Sconto del 36% invece per una spesa fino a 5.000 euro, per la sistemazione a verde di aree scoperte di edifici e immobili esistenti.


Popolare

COLLEGARE