Italia, la conferenza di Ventura LIVE

Un tecnico che sicuramente, prima della Nazionale, non aveva mai tenuto tra le mani la cosiddetta "Ferrari", ma che ha qualità umane e idee da grande allenatore. "I fischi? Penso che siano un'espressione di disapprovazione da parte del pubblico, sono in linea con quello che abbiamo fatto noi e giustificati". Ci portiamo le scorie di quella partita e anche vincere 1-0 stasera non avrebbe cambiato nulla sulla prestazione, sulla fluidità, sulle idee e sulle prestazioni singoli.

Una serata particolare, dal sapore speciale quella che si appresta a vivere Gianluigi Buffon in occasione della sua presenza numero 172 con la maglia dell'Italia. Ma qui non ce n'è bisogno, sono soddisfatto di quanto visto in questi mesi. La cosa che preoccupa è che il primo anno l'abbiamo fatto in ascesa, convincendo con entusiasmo. Adesso quel che conta per Ventura è "riportare equilibrio e ritrovare serenità per giocarsi i playoff. Comunque - aggiunge il ct azzurro- ricordo che la Macedonia non sarà la Spagna o la Germania ma è squadra ostica che nel 2017 ha perso una sola partita". Ora bisogna ricominciare dal divertimento, dal divertirci sapendo che è l'unico modo per poterci esprimere al meglio scacciando la paura, per essere piu' sciolti quando si gioca. I playoff non sono la fine del mondo, e la storia insegna che nei momenti di grande difficoltà per fattori esterni (caso scommesse nel 1982 e Calciopoli nel 2006) i nostri calciatori hanno sempre tirato fuori il meglio di sé stessi, raggiungendo risultati insperati. Domani si torna in campo e le risposte si danno lì: "domani dovremo cominciare a vedere delle risposte e mi auguro che si possa ritrovare una squadra con un'identità spiccata, una bella compattezza e con un animo come quello che richiede l'impegno di domani e i prossimi. Questo credo sia la cosa più importante".


Popolare

COLLEGARE